Lun 17 Giugno, 2024

Le News della settimana

spot_img

Potrebbe interessarti

Pablo Eskobear: la vera storia dell’animale strafatto di droga che ha ispirato Cocainorso

Mentre il film Coicainorso domina i botteghini americani diventando la vera rivelazione cinematografica di questo inizio anno, scopriamo la bizzarra storia che ha ispirato il folle film diretto da Elizabeth Banks, eventi che vedono inconsapevole protagonista un orso soprannominato Pablo Eskobear.

Tutto è accaduto nel 1985 quando il trafficante di droga Andrew Thorton fu ritrovato morto l’11 settembre dopo un lancio con il paracadute. Stando alle ricostruzioni delle autorità, sembra che Thorton stesse viaggiando su un aereo con circa 400 kg di cocaina, merce di cui si è in parte sbarazzato gettandola dall’aereo perché credeva di essere inseguito dai federali. Una certa quantità di droga l’ha però tenuta con sé quando si è paracadutato, lancio conclusosi poi tragicamente con la morte del narcotrafficante il cui cadavere fu poi rinvenuto con indosso mocassini Gucci e circa 15 milioni di dollari di cocaina legata al corpo.

La nascita della leggenda di Pablo Eskobear

L’entrata in scena dell’orso in questa storia, il cui incipit è simile a scene viste in serie TV come “Narcos” o film come “Barry Seal – Una storia americana”, avviane quattro mesi dopo l’incidente aereo, con il New York Times che riferì come nel dicembre 1985 un grande orso nero fu trovato morto nel Parco Nazionale di Chattahoochee (al confine tra Georgia e Tennessee) per overdose di cocaina dopo aver scoperto e ingerito alcuni dei pacchetti di droga lanciati dall’aereo da Thorton. Stando al rapporto dell’epoca della United Press International la carcassa dell’animale era vicina a circa 40 pacchetti di coca parzialmente aperti corrispondenti a poco più di 18 chilogrammi.

Da quel momento è nata la leggenda di Pablo Eskobear, l’orso morto di overdose dopo aver ingerito tutti i 18 kg di cocaina ritrovati, anche se il medico legale che all’epoca eseguì l’autopsia del plantigrado scoprì che l’orso aveva tre o quattro grammi di cocaina nel flusso sanguigno, affermando che l’animale ne avrebbe potuto ingerirne molta di più.

Cocainorso

Qui finiscono le analogie con la storia di Cocainorso, pellicola che, invece, racconta di un orso assassino in overdose da coca che semina il panico “concedendosi” anche momenti di puro divertimento.

Jimmy Warden, autore della sceneggiatura di Cocainorso, ha dichiarato a Variety che la storia del film è “frutto della mia fantasia contorta e racconta ciò che ho sempre desiderato fosse realmente accaduto dopo che l’orso ha mangiato tutta quella cocaina”.

Anche la regista Elizabeth Banks ha raccontato di come il mix di stria vera e immaginazione l’abbia subito conquistata la storia perché l’ha vista come un’opportunità concedere all’orso il suo punto di vista. “Ho provato una profonda tenerezza per l’orso dopo aver letto i rapporti originali del 1985, Mi sentivo davvero incasinata come questo orso che è stato trascinato in questa storia di traffico di droga andata a male e finita con la sua morto” ha dichiarato la Banks. “Pensavo che questo film potesse essere la storia della vendetta di quell’orso”.

Dettagli e trailer italiano di Cocainorso

Cocainorso (Cocaine Bear) è prodotto dai premi Oscar Phil Lord Chris Miller (Spider-Man: Un nuovo universo, I Mitchell contro le Macchine) e Aditya Sood (The Martian) ed è interpretato da Keri Russell, Ray Liotta, Alden Ehrenreich (Solo: A Star Wars Story), O’Shea Jackson e Jesse Tyler Ferguson.

Il film, dopo aver debuttato con il botto venerdì 24 febbraio 2023 negli USA, arriverà nelle sale cinematografiche italiane il prossimo 27 aprile.

Ultimi Articoli