Dom 26 Maggio, 2024

Le news della settimana

spot_img

Potrebbe interessarti

Nicolas Cage torna a parlare del sequel di Face/Off

È un momento magico per Nicolas Cage. Dopo averlo visto in un film dove interpretava se stesso, e in attesa di vederlo vestire i panni di Dracula, l’attore, diventato ormai dispenser di meme, è tornato a parlare del sequel di Face/Off.

Adam Wingard, regista di Kong vs Godzilla, e dell’adattamento di Death Note per Netflix, ha infatti realizzato uno script per il sequel del film del 1997, in cui Nicolas Cage e John Travolta si scambiavano letteralmente i volti. Questa notizia era trapelata in rete circa un anno fa e, da allora, non c’è stata nessuna conferma dell’effettiva realizzazione del progetto.

Durante un a conversazione avuta con Collider, Cage è tornato a parlare del potenziale sequel alludendo alla trama: “Penso che il sequel di Face/Off si presta a molti colpi di scena e all’imprevedibilità, è quasi come se si prendesse in considerazione l’idea che Castor e Sean hanno avuto figli, e questi bambini sono cresciuti. Diventa una sorta di partita a scacchi tridimensionale, dove non siamo coinvolti solo io e John Travolta, siamo noi 4 che giochiamo una partita a ping pong su diversi livelli, e diventa ancora più complesso. Penso che ci sia molto terreno fertile lì. Per ora ho avuto solo una riunione a riguardo ma da allora non ho più sentito nulla, quindi non so”.

Nell’intervista Nicolas Cage ha parlato anche del fatto che il sequel fosse nelle mani di Wingard, che già aveva fatto scontrare due leggende cinematografiche come King Kong e Godzilla.

“È fantastico e penso che condividiamo gusti simili. Mi è piaciuto molto quello che ha fatto con Godzilla vs Kong e penso che sia una persona intelligente. Ha rispetto per il cinema e per i vari tipi di iconografie. Penso che sarebbe fantastico lavorare con lui.”

Face/Off all’uscita nel 1997 fu un vero successo di pubblico e di critica. Costato 80 milioni, ne incassò 245 sul mercato internazionale.

Inizialmente Cage non era intenzionato a partecipare al film, perché non era interessato ad interpretare la parte del cattivo. Accettò solo quando si rese conto che, con il cambio di volto, sarebbe poi diventato il buono.

Prima di assumere Cage e Travolta, i produttori del film vagliarono diverse coppie d’attori: Arnold Schwarzenegger e Sylvester Stallone, Jean Claude Van Damme e Steven Seagal, Harrison Ford e Michael Douglas, Alec Baldwin e Bruce Willis, e anche Robert de Niro e Al pacino che si erano già scontrati in Heat, la sfida nel 1995.

Ultimi articoli