Killers of the Flower Moon: la durata del film di Martin Scorsese sarà di oltre tre ore

Leonardo Di Caprio Killers of The Flower Moon

Martin Scorsese ha terminato il montaggio finale del suo prossimo film, Killers of the Flower Moon, che, a quando pare avrà una durata di tre ore e 26 minuti! Un film davvero lungo, anche se non il più lungo della carriera del regista.

Il film è basato sull’omonimo libro del giornalista David Grann, la cui storia “segue le indagini sugli omicidi seriali che hanno afflitto la Nazione Osage negli anni ’20 dopo la scoperta del petrolio sulla loro terra. Gli omicidi spinsero la neonata FBI a indagare”.

Nel film, Leonardo DiCaprio e Lily Gladstone interpretano la coppia di coniugi Ernest e Mollie Burkhart. Il cast comprende anche Robert De Niro, Jesse Plemons e Brendan Fraser.

Ecco la descrizione della storia: “Alla fine del XIX secolo, gli indiani Osage furono cacciati in una distesa di terra presumibilmente senza valore nel nord-est dell’Oklahoma. Ma il loro territorio si rivelò essere in cima a uno dei più grandi giacimenti di petrolio degli Stati Uniti; per ottenere quel petrolio, i cercatori dovevano pagare alla tribù contratti di locazione e diritti. Negli anni ’20, i membri della Nazione Osage erano diventati le persone più ricche del mondo pro capite. Poi gli Osage cominciarono a morire in circostanze misteriose”.

Lo sceneggiatore Eric Roth ha parlato del film dicendo: “Questa era una storia unica di cui non sapevo nulla. Mostrava la mia ignoranza. Ho pensato: ‘È incredibile, potrebbe essere un western’. Marty non ha mai fatto un western. È la prima volta che vedrete una scena di strada in cui c’è il 90% di nativi americani e l’1% o il 2% di caucasici”.

Roth ha anche dichiarato di utilizzare “molti tropi western” nella storia. Ha anche anticipato qualcosa di speciale previsto per i titoli di coda, dicendo: “Ho ideato un modo incredibile di fare i titoli di coda, che non avete mai visto. L’altro giorno mi ha scritto un messaggio: ‘Girerò i nostri titoli di coda tra un paio di giorni’. Ero così felice che lo facesse”.

Roth ha anche detto che il film è “qualcosa di mai visto” e che sarà noto “per i secoli”. Ha spiegato: “So che Marty sta cercando di fare un film che probabilmente è l’ultimo western che sarebbe stato fatto in questo modo, eppure, con questo incredibile documento sociale sotto di esso, e la violenza e l’ambiente. Penso che sarà una cosa mai vista prima, in un certo senso. E quindi per me è un film che rimarrà nel tempo”.

Sembra che questo sarà un vero e proprio capolavoro cinematografico e, con la sua durata di oltre tre ore, Killers of the Flower Moon sarà anche uno dei film più lunghi della storia del cinema.

Fonte