banner justnerd desktop 2

banner justnerd mobile 1

Attacchi DDoS: i giocatori sono davvero in pericolo?

Attacco DDoS

Stai finalmente per eliminare un rivale di lunga data, rivendicando la vittoria, o stai per completare una scala reale quando il tuo ping aumenta e il gioco si blocca. In questo caso, è probabile che tu, o il gioco a cui stai giocando, sia stato colpito da un attacco denial of service (DoS). Ma cosa significa?

Un recente rapportoha affermato che di tutti gli attacchi informatici rivolti ai settori del gioco online e del gioco d’azzardo nel terzo trimestre del 2020, più di un terzo si è concentrato sulle piattaforme di gioco online. Gli attacchi Denial of Service e Distributed Denial of Service (DDoS) in grado di avviare migliaia di giocatori offline o di causare picchi di ritardo che li mettono in una posizione di svantaggio rispetto ai rivali, sono all’ordine del giorno nei giochi. Ma perché si stanno verificando così tanti attacchi DDoS e cosa possono fare i giocatori al riguardo?

In questo post, daremo un’occhiata ad alcuni dei motivi alla base degli attacchi DDoS verso i giocatori, come funzionano e perché sono così diffusi. Concluderemo con alcuni passaggi che i giocatori possono intraprendere per proteggersi da DDoS e altre tipologie di attacco.

Che cosa sono gli attacchi DDoS?

Gli attacchi DDoS comportano l’invio di grandi volumi di traffico spazzatura verso un determinato indirizzo IP di destinazione, sovraccaricandolo di dati e rallentandolo, o mettendo completamente offline la rete. Per fare ciò, gli aggressori generalmente utilizzano una “botnet”, ossia un gruppo di computer e dispositivi infetti da malware che forniscono la potenza di calcolo necessaria per avviare attacchi, di solito all’insaputa del proprietario.

Perché sono pericolosi per i giocatori?

I casi più comuni di DDoS nei giochi di solito riguardano una di queste diverse categorie: ricatto verso gli sviluppatori ed editori, una forma di vendetta contro altri giocatori, guadagno competitivo nei giochi online.

In un mondo in cui chiunque può affittare un attacco DoS o DDoS, i giocatori si trovano spesso bloccati o con velocità di connessione così basse che il loro aggressore riesce a ottenere un vantaggio competitivo in partita o a vendicarsi di un rivale. Il DDoS come forma di “doping digitale” è cresciuto così tanto che studi effettuati da Respawn, Activision e Ubisoft (rispettivamente creatori di Apex Legends, Call of Duty e Rainbow Six Siege) hanno vietato ai giocatori di utilizzare attacchi DDoS per imbrogliare.

Gli attacchi DDoS ai giocatori non riguardano solo denaro o imbrogli: anche gli attori legati agli stati-nazione sono coinvolti nel gioco, prendendo di mira la comunità di gioco e i distributori per lanciare attacchi che distraggano e mascherino “attacchi alla catena di approvvigionamento” più ampi e in grado di concedere accesso a obiettivi più grandi.

Per quanto fastidioso sia per i giocatori, le interruzioni regolari e i tempi di inattività per i fornitori di servizi sono un problema enorme per le aziende vittime di questi attacchi. I tempi di inattività possono finire per costare anche $ 100.000 l’ora, specie perché la notizia di un attacco

normalmente si diffonde sui social media, insieme alle lamentele e ai riferimenti ad altre volte in cui i giocatori sono rimasti delusi dal provider. Se una piattaforma è molto popolare, i media se ne accorgeranno presto. In un mercato così competitivo, gli hacker possono fare molti danni in pochi minuti; con conseguente perdita di giocatori e ricavi da parte dei fornitori di servizi e degli studi.

Qualche consiglio per rimanere al sicuro mentre giochi online

Se il tuo fornitore di servizi o la tua piattaforma vengono attaccati, non c’è molto che puoi fare. Ecco cinque passaggi che puoi eseguire per proteggerti da un attacco DDoS mirato:

  • Mantieni il tuo IP nascosto. È uno dei modi migliori per proteggersi da un attacco DoS mirato.

  • Reimposta regolarmente il tuo indirizzo IP. Il modo più semplice per farlo è scollegare il router e lasciarlo spento per almeno 10 minuti. È possibile anche modificare il proprio indirizzo IP accedendo alle impostazioni di Windows e MacOs.

  • Non cliccare su link esterni che ti sono stati inviati in chat. Anche se sembrano provenire da qualcuno di cui ti fidi, controlla che sia stato davvero inviato da loro prima di fare clic. I link dannosi possono esporre il tuo indirizzo IP o installare malware sul tuo sistema.

  • Usa una rete privata virtuale (VPN). Questo essenzialmente nasconde il tuo indirizzo IP all’interno di un tunnel virtuale. Tutto il traffico di rete viene indirizzato prima al provider VPN, il che significa che gli aggressori colpiranno prima i server della VPN, dove verranno bloccati ancor prima che possano danneggiarti. Poiché le VPN introducono un altro livello nel percorso di rete, possono causare lagging e ping più elevati. Il lato positivo è che le VPN progettate specificamente per i giocatori hanno un impatto minore e possono persino migliorare la tua connessione rendendoti più sicuro. Vi sono anche delle VPN gratis che ti proteggeranno senza dover pagare un centesimo.

  • Aggiorna la tua rete domestica. Se l’hardware di rete è fornito dal tuo ISP, dovrebbe essere aggiornato e sicuro. Se l’hardware ha più di quattro anni o ne hai acquistato uno personale, è il momento di un aggiornamento. Alcuni router hanno una protezione integrata contro gli attacchi DoS e altre intrusioni di rete. Alcuni hanno anche liste di blocco in grado di bloccare immediatamente gli indirizzi IP noti delle botnet.

  • Aggiorna il tuo software di sicurezza. Quando usi un PC, assicurati che il tuo software antivirus e di sicurezza siano aggiornati e attivi.

Il Negozio delle Necessita Mobile Ads 2