L’Attacco dei Giganti: a Hita inaugurata la statua di Levi a grandezza naturale

levi ackerman attacco dei giganti

Dopo che la città giapponese di Hita ha accolto, nel novembre scorso, le statue di Eren, Mikasa e Armin, tocca adesso alla statua di Levi – altro protagonista principale de L’Attacco dei Giganti – prendere posto tra i monumenti della città natale di Hajime Isayama.

L’amministrazione della cittadina che si trova nel sud del Giappone, sull’isola di Kyūshū, ha infatti inaugurato un bronzo a grandezza naturale di Levi Ackerman proprio di fronte alla stazione ferroviaria.

La statua del Capitano Levi di fronte alla stazione di Hita

In una dichiarazione, Isayama ha detto di essere in debito con Levi. Questo perché, in fin dei conti, si tratta del personaggio più popolare della serie e ha supportato con la sua inossidabile determinazione il franchise fino in fondo. Il mangaka ha persino scherzato sulla cosa, tirando in ballo l’iconica e austera serietà di Levi e rivelando che quest’ultimo è rimasto molto soddisfatto e compiaciuto dell’onorificenza ricevuta.

Chi è Levi de L’Attacco dei Giganti?

Levi Ackerman, che tutti però chiamano Capitano Levi, è il leader della Squadra Operazioni Speciali, un gruppo di soldati d’élite all’interno dell’Armata Ricognitiva di Attack on Titan. Levi è ormai quasi unanimemente considerato il soldato più forte dell’umanità.

Trama del manga

In un universo alternativo la razza umana è stata quasi sterminata dall’avvento dei Giganti, colossali creature umanoidi all’apparenza privi di intelligenza che divoravano gli uomini più per piacere che per fame. I sopravvissuti si sono così rinchiusi all’interno di città circondate da mastodontiche mura contenitive alte più del più grande dei giganti.

Eren è un adolescente che vive in una di queste città, dove non si vede un gigante da oltre un secolo, ma presto un orrore indicibile si palesa alle porte della città con un gigante molto più alto del normale e molto più intelligente  che abbatte le mura seminando morte e distruzione tra la popolazione.

Vinto il terrore iniziale, Eren si ripromette di eliminare ogni singolo gigante, per vendicare la sua famiglia perita nell’attacco e tutta l’umanità intera, arruolandosi tra le fila dell’Armata Ricognitiva, corpo militare composto da soldati che affrontano i giganti con lo scopo di ucciderli servendosi di una particolare attrezzatura. Al suo fianco si stringono, in questa nuova avventura, i suoi più cari compagni d’infanzia: Mikasa Ackermann e Armin Arlert.

Fonte

0 Commenti
Feedback in ordine
Vedi tutti i commenti