Ritorno al Futuro: cos’è il Treno del Tempo? Come ha fatto Doc a costruirlo nel Vecchio West?

Una delle scene più iconiche (e per qualcuno scioccanti) della trilogia di Ritorno al Futuro è presente alla fine del terzo film, quando fa la sua comparsa il Treno del Tempo, conosciuto anche come Treno di Jules Verne. Si tratta di una scena conclusiva che ha destato perplessità in molti fan, lasciando in sospeso tantissime domande.

Come ha fatto Doc a costruire il treno nel vecchio west, mentre per tutto il film non era riuscito a far funzionare la DeLorean?

Dove è stata la famiglia Brown prima di tornare nel 1985 con il treno? Un treno… davvero?!

Torniamo indietro di 35 anni per scoprire la storia del Treno del Tempo di Ritorno al Futuro

Nel momento in cui Marty McFly torna nel 1985, assistiamo impotenti alla distruzione della DeLorean. Una scena che ogni volta, in particolar modo agli appassionati del film, fa venire la pelle d’oca e ci rattrista. Dopo pochi minuti però ricompare Doc, assieme alla sua famiglia, a bordo del Treno del Tempo, sollevando decine e decine di domande tra i fan ora increduli (anche per la bizzarra scelta del veicolo in questione come nuova macchina del tempo).

Visto? Va a vapore! Ti presento la famiglia. Clara la conosci… e questi sono i nostri figli: Giulio e Verne. Ragazzi, questi sono Marty e Jennifer – Doc Brown

Oltre alla maestosità del nuovo veicolo del tempo, la scena è talmente veloce e d’impatto che è rimasta nell’immaginario di tutti, venendo ricordata da chiunque abbia visto il Ritorno al Futuro Parte III. Merito dello sceneggiatore Bob Gale, il quale ha saputo inserire un elemento cosi emblematico a conclusione di “quella” particolare storia. Nel pensare allo strano veicolo dobbiamo infatti ricordarci che non esistevano automobili all’epoca del Vecchio West (le prime appariranno solamente verso la fine dell’ottocento e non erano propriamente “automobili”), e che l’intera famiglia Brown vive sul treno. Un po’ come in una sorta di camper vacanze.

Christopher Lloyd Ritorno al Futuro Doc Brown

Purtroppo, essendo la scena finale del film, ci viene raccontato poco di come il Dottor Emmett L. Brown riesce a costruire nel vecchio west una macchina del tempo di questo tipo. Cerchiamo quindi di saperne un po’ di più sul passato e sul futuro del Treno di Jules Verne.

Nel 1885, dopo che Marty torna nel 1985 a bordo della DeLorean, Doc crea la sua famiglia con Clara, non abbandonando l’idea di costruire un nuovo dispositivo temporale. A differenza del vecchio Peabody, che ebbe la folle idea di piantare alberi di pino, lui ebbe la folle idea di usare un treno a vapore per viaggiare nel tempo.

Inizia quindi a progettare il Treno del Tempo, che lo vede impegnato per molti anni tra la ricostruzione del Flusso Canalizzatore e dei circuiti temporali. I tempi ovviamente non sono rapidi, con la carenza di materiale tecnologico nel vecchio west, ma il tutto è reso possibile grazie a pezzi dell’hoverboard lasciato da Marty nel passato (come spiegato dallo stesso sceneggiatore nella saga a fumetti ufficiale di Ritorno al Futuro).

Leggi anche: ecco lo zerbino hoverboard ufficiale di Ritorno al Futuro

Grazie al suo ingegno, Doc riesce a trovarsi un lavoro e il denaro per sviluppare il suo progetto, arrivando a pagare un gruppo di uomini per posizionare un “simpatico lungo rettilineo” di binari in vista di futuri test con il treno.

ritorno al futuro

L’unica cosa incerta è la provenienza della locomotiva: confermato che il modello è lo stesso di quella precipitata nel burrone Shonash, una Rogers 4-6-0 andata totalmente distrutta, non si conosce di preciso se Doc abbia acquistato o rubato (visto i precedenti con il Plutonio) la motrice; e forse è meglio tenersi il dubbio.

Completata la costruzione del treno, Doc torna nel futuro per aerotrasformarlo e fare un salto nel 1985 per consegnare un ricordo a Marty e Jennifer. Infine attiva i tempo circuiti e sparisce con la famiglia (questa volta andando da qualche parte nel passato).

I successivi viaggi temporali furono molti e li possiamo ancora oggi scoprire nella serie animata del 1991, sequel ufficiale del film, dove i figli di Doc usano il treno per spostarsi nel tempo e combinare guai. Questo senza dimenticare che, alla fine di ogni episodio, il buon Doc Brown ci spiegherà qualche semplice esperimento da fare a casa (senza la necessità di plutonio)!

Insomma, Ritorno al Futuro viene ricordato per l’indiscussa protagonista DeLorean ma anche per il Treno di Jules Verne, il cui unico modello usato per il film si trova ora in esposizione nel parco divertimenti Universal Studios Florida, in tutta la sua bellezza.

...e questo?
migliori film del 2017 Blade Runner 2049
Blade Runner 2049 avrà un sequel oppure nei piani di Villeneuve c’è uno spin-off?