Coronavirus: niente HD e 4K per Netflix in Europa per evitare la saturazione delle linee internet

netflix

L’ormai acclarata pandemia di Coronavirus sta costringendo a casa milioni di persone per via delle misure di emergenza adottate dai singoli stati e l’Unione Europea, alla luce dell’uso intenso delle infrastrutture di rete causata dalle simultanee e continue connessioni a internet, ha esortato Netflix e altre piattaforme di streaming a sospendere i contenuti video in streaming in HD e 4K proprio per salvaguardare la rete internet sottoposta a uno sforzo senza precedenti.

L’Europa chiede a Netflix e alle altre piattaforme di streaming di non offrire più video in HD e 4K per non sovraccaricare la rete già sottoposta a sforzi eccessivi a causa del Coronavirus

Il commissario europeo Thierry Breton, responsabile del mercato interno dell’UE (composto da oltre 450 milioni di persone), ha comunicato via Twitter di aver avuto una conversazione con Reed Hastings, CEO di Netflix, invitando a sospendere i servizi di riproduzione in HD se non necessari, lanciando l’hashtag #SwitchtoStandard al fine di non sovraccaricare la rete e garantire l’accesso a Internet per tutti.

Oggi lo stesso Breton ha affermato che, data la situazione senza precedenti, le piattaforme di streaming, gli operatori di telecomunicazioni e gli stessi utenti devo agire responsabilmente, ognuno facendo la propria parte:

Tutti la responsabilità congiunta di adottare misure per garantire il regolare funzionamento di Internet durante questa battaglia che stiamo affrontando contro la propagazione del virus.

Da parte di Netflix, che comunque sembra aver risposto all’appello, è stato comunque specificato che la tecnologia del colosso dello streaming è già ottimizzata per evitare situazioni simili, continuando comunque a offrire la migliore esperienza di fruizione senza un uso eccessivi di dati.

Ovviamente, come giustamente evidenziato dal commissario europeo, tutti devono fare la loro parte alla luce del fatto che il maggior intasamento della rete proviene proprio dall’utilizzo delle piattaforme di streaming e dai videogame online, come già evidenziato da TIM alcuni giorni fa puntando il dito proprio su videogame come Fortnite e Call of Duty.

AGGIORNAMENTO

Netflix ha ufficialmente accolto l’appello rivoltole da Thierry Breton, con il colosso dello streaming che ha decisio di iniziare a ridurre i bit rate di tutti i contenuti trasmessi in streaming in Europa per i prossimi 30 giorni.

Fonte: CNN

...e questo?
Mi TV 4S 65”, la smart TV di Xiaomi, arriva finalmente in Italia (e in offerta)