Superman: Variety conferma che Warner ha incontrato Michael B. Jordan offrendogli il ruolo

Anche se recentemente Henry Cavill ha dichiarato di non aver rinunciato al ruolo di Superman, ribadendo che il mantello si trova ancora nel suo armadio, un anno fa la situazione tra l’entourage dell’attore e la Warner Bros. si era fatta tesissima, tanto che l’addio di Cavill all’Uomo d’Acciaio sembrava ormai certo.

Michael B. Jordan ha davvero incontrato Warner Bros. che gli ha offerto il ruolo di Superman dopo la “rottura” con Henry Cavill

Nei giorni successivi allo “strappo” si era vociferato che Warner stesse seriamente considerando l’idea di offrire la parte di Superman a Michael B. Jordan, rumor da poco confermato da Variety che ha raccontato di un incontro tra l’attore e gli studios.

Il report afferma che all’inizio del 2019 la star di Creed e Black Panther aveva incontrato Warner Bros. per discutere di una nuova versione dell’iconico supereroe, con l’attore che però si era detto non pronto ad abbracciare il progetto perché le eventuali riprese non sarebbero iniziate prima di qualche anno, mentre Jordan aveva un agenda fitta di impegni e proposte contrattuali a cui non voleva rinunciare.

Warner ha anche parlato con J.J. Abrams, la cui casa di produzione cinematografica Bad Robot ha recentemente firmato un importante accordo proprio con gli studio che, quindi, hanno provato a coinvolgere il regista nei progetti legati al franchise DC Comics a cui stanno attualmente lavorando cercando di capire bene come sviluppare il tutto.

Alcuni addetti ai lavori affermano che è molto improbabile vedere un nuovo film di Superman prima del 2023, visto che manca una sceneggiatura e anche un regista.

Insomma, per adesso il mantello dell’Uomo d’Acciaio resterà appeso nell’armadio di Henry Cavill, il che rappresenta comunque la migliore notizia di questi ultimi mesi sull’argomento.

Fonte: Geektyrant

Leggiamo altro?
Star Wars: L’Ascesa di Skywalker, la nuova featurette celebra le amicizie nate nel franchise
>