Come scegliere la migliore VPN disponibile sul mercato

Bypassare le censura e ogni tipologia di rete (telematica) restrittiva, raggiungere picchi di velocità estremamente rapida ed efficiente per potersi garantire un servizio di streaming senza problemi o interruzioni, navigare online in maniera sicura, crittografata e privata, accedere senza timori e in maniera sicura alle reti Wi-Fi pubbliche (e gratuite) in giro per il mondo e avere un libero accesso ai propri siti web (con abbonamento e non) e applicazioni ovunque ci si trovi. Questo, dovendo fare un estremo e rapido riassunto potrebbe essere considerato l’elenco dei desiderata degli utenti web di tutto il mondo.

Per ottenere tutti questi importanti (e per certi versi necessari) risultati è fondamentale imparare ad usare e saper gestire un importante strumento: la VPN. Infatti selezionare la migliore VPN disponibile e la più adatta alle proprie esigenze rappresenta per un utente il miglior modo per raggiungere e garantirsi gli obiettivi riportarti in principio.

Ma andiamo con ordine: cosa si intende esattamente per VPN? La sentiamo nominare sempre più spesso quando si parla di connessioni e di utilizzo di alcuni determinati programmi al di fuori dei propri confini nazionali. Una delle definizioni più esaustiva arriva da Wikipedia e dice che: lo scopo delle reti VPN è quello di offrire alle aziende, a un costo minore, le stesse possibilità delle linee private a noleggio, ma sfruttando reti condivise pubbliche: si può vedere dunque una VPN come l’estensione a livello geografico di una rete locale privata aziendale sicura che colleghi tra loro siti interni all’azienda stessa variamente dislocati su un ampio territorio, sfruttando l’instradamento tramite IP per il trasporto su scala geografica.

Tradotto in termini più pratici una VPN ci consente di viaggiare liberamente e di poter utilizzare delle connessioni gratuite (come ad esempio quelle degli alberghi o dei bar) per effettuare delle operazioni private, ma a volte necessarie come controllare il proprio conto in banca, effettuare dei bonifici o comprare prodotti “sensibili” come un biglietto aereo. Acquisto quest’ultimo che riporta in un’unica soluzione sia informazioni relative alla nostra carta di credito sia informazioni personali, come il numero del passaporto e via dicendo. Connettersi con una VPN ci consentirà di accederà al web – sfruttando la rete gratuita – ma costruendo una sorta di muro impenetrabile all’interno del quale noi si possa svolgere senza particolari problematiche o impedimenti la nostra operazione.

Un altro utilizzo tipico della VPN è rappresentato dall’intrattenimento. Pensate a quante volte avete – per lavoro o piacere – viaggiato oltre i confini nazionali e pensate al dispiacere che avete provato nel constatare soltanto giunti a destinazione, magari in albergo dopo una doccia e con la voglia di rilassarsi per scacciare il jet lag, che la vostra piattaforma streaming di riferimento non stava funzionando o (ulteriore beffa) funzionava ma con le regole e soprattutto il bouquet – programmi del paese in cui vi trovavate in quel momento. Ecco, La VPN arriva in soccorso anche in simili situazioni creando la possibilità di simulare una connessione proveniente dal nostro paese di origine non facendoci perdere nemmeno un minuto del nostro show preferito e garantendoci la possibilità di sentirci a casa… anche a migliaia di km di distanza.

Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed