Ecco i 6 migliori onsen, le famose terme giapponesi, dell’isola di Kyushu

Una delle immagini più iconiche degli onsen, le famose terme giapponesi, è quella di alcune scimmiette che si godono un bagno caldo con l’aria più rilassata che possa esistere.

Sinceramente, credo siano le scimmie più invidiate al mondo.

Breve viaggio alla scoperta dei sei più affascinanti e particolari onsen, i famosi bagni termali giapponesi, dell’isola di Kyushu

onsen scimmie

Gli Onsen, che potremmo tradurre come “stazione termale con bagni spesso all’aperto”, sono delle sorgenti calde naturali originate da fenomeni di natura vulcanica sparse per tutto il Giappone che, da momento di relax e benessere ad uso degli abitanti locali, sono diventate mete turistiche estremamente popolari per coloro che desiderano rilassarsi in un ambiente silenzioso e pacifico.

Proprio quest’anno a Ōita, città giapponese dell’omonima prefettura, sull’isola di Kyushu (una delle quattro maggiori isole dell’arcipelago giapponese), è stato ospitato l’International Onsen Summit, una convention il cui obbiettivo è promuovere ed aumentare il turismo nelle aree rurali del Sol Levante, una sede scelta non certo a caso, dato che questa regione è famosa per essere sede di molte sorgenti calde.

I partecipanti alla conferenza si incontrano per discutere sul ruolo che gli onsen svolgono nell’incrementare un turismo basato non solo sulla bellezza e la suggestione dei luoghi, con il fascino tutto orientale e quasi mistico delle sorgenti, ma anche sulle proprietà mediche ed ecologiche che queste particolari fonti termali offrono.

Ecco, dunque, un elenco delle più belle sorgenti termali dell’isola di Kyushu, onsen che relatori e partecipanti alla conferenza di Ōita hanno avuto il privilegio di provare in prima persona.

1 Inferni di Beppu (Hells of Beppu)

I sette “inferni” di Beppu sono degli onsen che lasciano senza fiato anche solo a guardarli.

Regalando una dimostrazione “visiva” di come i minerali possano alterare l’aspetto dell’acqua calda delle sorgenti, gli Hells of Beppu sono tutti diversi tra loro sia per colori che per densità delle acque.

Divenuti nel corso del tempo più celebri come destinazione turistica dove farsi foto e selfie, cinque di questi onsen si trovano a pochi passi l’uno dall’altro, cosa che rende ancora più facile apprezzare le differenze tra le varie sorgenti.

Il più suggestivo fra loro, Umi Jigoku (海地獄) o “mare infernale”, presenta acque turchesi sotto un crescente turbinio e ribollire di vapori.

Se qualcuno volesse visitarli durante i mesi estivi, immergendosi circondati da un paesaggio pieno di alberi in fiore, potrà godere della più “paradisiaca” rappresentazione dell’inferno sulla Terra.

2 Sorgenti termali Hyotan

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Hotspring day. #beppu #onsen ♨️👱‍♀️🌬✨

Un post condiviso da Thao Le (@thao_taylor_le) in data:

Le terme di Hyotan sono le uniche sorgenti calde giapponesi ad essere state premiate con tre stelle Michelin e, alla luce del prestigioso riconoscimento, pare siano le migliori sorgenti da visitare in assoluto.

Fare il bagno nelle sorgenti calde Hyotan è come essere in una SPA di lusso, con bagni interni ed esterni separati per uomini e donne e meravigliose cascate che contribuiscono a creare un’atmosfera incredibilmente rilassante.

I membri dello staff consigliano, prima di immergersi in acqua, di provare un bagno di sabbia che, sebbene tecnicamente non faccia parte di ciò che viene definito onsen, ne costituisce parte integrante dato che la sabbia viene riscaldata dal vapore delle acque termali, rendendola un luogo piacevole per un breve pisolino mentre il corpo rilascia tossine.

Successivamente, dopo i bagni caldi, gli ospiti possono gustarsi uno spuntino a base di patate dolci e uova sode cotte dal vapore della sorgente calda.

3 Fujiya

Fujiya

L’onsen Fujiya si trova nella città di Kurokawa, una piccola ma incantevole località turistica del Kyushu, perfetta per i turisti che annovera alcuni dei panorami naturali e degli hotel più belli dell’isola.

La città offre ai turisti la possibilità di acquistare uno speciale pass per visitare, e ovviamente godere, di tre onsen a scelta tra i 24 presenti a Kurokawa.

4 Hotel Sansuikan

Hotel Sansuikan

Questo tradizionale ryokan, un albergo tradizionale giapponese con uno stile rimasto pressoché da secoli, offre ai suoi ospiti la possibilità di rilassarsi in uno dei molteplici bagni interni o esterni facenti parte della struttura.

Situati su due dei piani dell’hotel, questi rilassanti bagni esterni permettono di fodere di viste panoramiche mentre quelli interni, sempre alimentati dalle sorgenti termali, offrono un’esperienza molto simile a quella di un idromassaggio.

Le camere, arredate rigorosamente in stile tradizionale, sono complete di pavimento in bambù e futon (dato che non ci sono letti) e offrono un’esperienza davvero unica da provare.

5 Yamabiko Ryokan

Yamabiko Ryokan

Gli ospiti di questo ryokan, situato vicino a Kurokawa, saranno piacevolmente sorpresi dalle straordinarie sorgenti termali nelle vicinanze.

Oltre alle terme all’aperto, gli ospiti possono prenotare camere private complete di onsen interni anche solo per un’ora.

Una particolarità dell’Onsen Yamabiko è che l’hotel non ha docce nelle camere, poiché gli ospiti sono tenuti a usufruire delle sorgenti termali e fare il bagno è richiesto in anticipo per poter utilizzare le camere.

6 Sorgente termale di Aso Uchinomaki

Sorgente termale di Aso Uchinomaki

Queste sorgenti termali sono situate ai piedi di una delle cinque cime del Monte Aso, in una delle più grandi caldere al mondo, e offrono un’impareggiabile relax e un’incredibile vista sulle montagne.

L’area annovera circa 80 sorgenti termali e otto bagni pubblici, dove il bagno è libero sia per i residenti che per i turisti.

Prima di rilassarsi nelle sorgenti, i visitatori devono prenotare una gita in bicicletta lungo il Monte Aso, un percorso facile e tranquillo completamente in discesa che permette di ammirare panorami mozzafiato della cima del vulcano, delle  montagne circostanti, senza tralasciare il fatto che si possono veder ed incontrare animali selvatici che si fanno anche accarezzare.

Cosa ne pensate? Quale di questi sei onson vi affascina maggiormente? Fatecelo sapere con un commento qui sotto!

Fonte: Independent

Potrebbe piacerti anche
Commenti
Caricamento...