Marvel: cinque fumetti da leggere assolutamente!

marvel

Cinque grandi storie Marvel da leggere e ammirare!

Una casa editrice come la Marvel, con una lunga e prolifica produzione, ha al suo attivo migliaia di storie capaci di emozionare. All’interno di questo impressionante mondo alcuni albi sono divenuti dei momenti cruciali per i personaggi coinvolti, segnando il loro futuro, ed in alcuni casi anche un cambio stilistico che ha coinvolto il mondo del fumetto. L’elenco sarebbe lungo, ma oggi leggiamo cinque storie che, a mio avviso, hanno dato ai protagonisti e ai comics un valore aggiunto incredibile.

X-Men: Seconda Genesi

Il gruppo di mutanti  guidati da Charles Xavier, creato da Lee e Kirby nel 1963, aveva tenuto botta fino al 1970, quando a marzo uscì il numero 66, l’ultimo a contenere storie originali.  All’epoca curati da Roy Thomas e Neil Adams, i figli dell’atomo furono i primi a pagare la crisi dei comics di quel periodo, tanto che dal numero 67 si passò al formato bimestrale, con ristampe di vecchie storie, che andò avanti fino al numero 93 (aprile 1975).  Gli X-Men comparvero in altre serie, mentre le ristampe mostravano che i lettori avevano ancora un debole per i mutanti.

Roy Thomas  non si era mai arreso alla fine dei suoi X-Men, e con la complicità di Al Landau, presidente Marvel e proprietario di TransWorld (incaricata dei diritti esteri di Marvel), iniziò al lavorare ad una storia che coinvolgesse nuovi X-Men, anche di altre nazioni. Lungaggini varie portarono Thomas a cedere il passo, aprendo la strada a Len Wein. Furono proprio Wein e il disegnatore Dave Cockrum a dare vita a Seconda Genesi, pubblicato nel 1975 come Giant-Size X-Men 1.

x-men-seconda-genesi-marvelmaxw-654

Fecero la loro comparsa in questo albo Wolverine (già visto in precedenza su Hulk), Tempesta, Nightcrawler, Sole Ardente, Colosso, Thunderbird e Banshee, la prima formazione internazionale di X-Men. Primo incarico, slavare la storica squadra degli X-Men, dispersa sulla misteriosa isola di Kratoa, guidati da Scott Summers, unico sopravvissuto della spedizione.

Seconda Genesi costituisce il primo passo della rinascita degli X-Men ( come sta accadendo in questi giorni con le nuove testate mutanti) che portò alla nascita di Uncanny X-Men, presentando quei protagonisti che avrebbero reso grande il mito dei mutanti di casa Marvel.

Daredevil: Battlin’ Jack Murdock

Il mito di Daredevil non può essere vissuto senza Jack Battlin’ Murdock, il padre di Matt. In più occasioni si è tornati alle origini di Matt (scomodiamo Frank Miller?), ma raramente si è vista una storia dedicata al mito di Jack Murdock, mostrando in modo così umano e straziante il suo ruolo nella vita di Matt.

daredevil battling jack murdock marvel

Zeb Wells ha saputo costruire una storia in cui Jack risulta umano, reale, imperfetto eppure eroico. Leggere questa storia Marvel è un atto di amore non solo verso Daredevil, ma verso il fumetto in generale, grazie ai disegni superbi del nostro Carmine di Giandomenico. Zeb scrive i pensieri di JAck, ma Carmine disegna le sue emozioni, la disperazione e i sensi di colpa, fino al finale in cui coraggio e amore si mescolano. Vi sfido a leggerlo, all’interno della recente edizione Daredevil Collection, comprendendo le origini del mito di Daredevil, senza commuovervi.

Wolverine: Arma X

La Storia. Atteso per anni, racconto sul passato di Wolverine ha avuto il merito di mostrare ai lettori il passato drammatico di Logan, dove si scopre l’origine del suo scheletro di adamantio e il suo reale potere mutante. Ma a dare valore a questo capolavoro Marvel è l’utilizzo delle didascalie, usate per la prima volta come dialoghi e per l’interpretazione incredibilmente visionaria delle tavole di Barry Windsor-Smith colorate da Michael Kelleher. Assieme a Origins di Jenkins e Kubert e la run di Wolverine di Miller e Claremont, un pezzo essenziale del mito dell’artigliato canadese di casa Marvel.

wolverine arma x marvel

Punisher: Born

Tutti credono che Frank Castle sia divenuto il Punisher con l’omicidio della sua famiglia, un pic nic trasformato in un incubo. Ma ne siamo sicuri? Garth Ennis, uno dei nomi che più ha dato al mito del Punitore, ci mostra l’origine dell’oscurità nell’anima di Frank Castle, un orrore nato nella piaga peggiore dell’America moderna, il Vietnam. Ennis è un maestro delle war stories (come per il recente Dreaming Eagles), ma con Born non si risparmia, mostra un Frank inquieto, un personaggio poco Marvel in senso eroistico, ma che già mostra quanto il futuro sarà spietato con lui.

marvel punisher born

Iron Man: La guerra delle armature

Una delle più belle saghe Marvel, con protagonista Iron Man.

Dopo Il demone nella bottiglia, La guerra delle armature (la prima di due, badate bene) rappresenta uno dei punti più drammatici della vita di Tony Stark. Qualcuno ha rubato i piani delle sue armi, e le usa contro la società che Iron Man ha giurato di proteggere. Micheline riesce a costruire un intenso piano emotivo in questa saga, profondamente legata alla cultura anni ’80 (pettinature e vestiario in primis), ma soprattutto capace di forzare Tony Stark a disconoscere pubblicamente Iron Man (all’epoca ancora sua guardia del corpo) e venire allontanato dai Vendicatori.

iron man guerra armature marvel

Sono solo cinque storie all’interno dell’immenso archivio di casa Marvel, in cui sono contenuti momenti di alta narrazione fumettistica. Questi esempi visti oggi sono solo un primo assaggio di storici capitoli dei nostri eroi preferiti! E voi, quale storie avreste inserito in un questa lista?

guest
0 Commenti
Feedback in ordine
Vedi tutti i commenti
...e questo?
the promised neverland
The Promised Neverland ritornerà con un capitolo extra