Due cosplayer di Wonder Woman, vittime di cyberbullismo, hanno trovato il sostegno di Gal Gadot e Patty jenkins, dopo che la loro storia è diventata virale

L’attrice protagonista di Wonder Woman, Gal Gadot, insieme alla regista del film campione d’incassi della DC, Patty Jenkins, sono scese in campo sulla vicenda delle due cosplayer dello Sri Lanka; vittime di cyberbullismo dopo aver partecipato, travestite dall’amazzone DC, al Comic Con 2017 di Colombo.

Correlato:

I commenti, per lo più a sfondo razzista, hanno suscitato giustamente scalpore tra la community di cosplayer internazionale, tanto che la vicenda è diventata subito virale.

In occasione di un’intervista rilasciata alla BBC, una delle due ragazze, Amaya Suriyapperuma, ha dichiarato:

“All’inizio ero sconvolta. Ma sono riuscita a non prendermela, anche se ero davvero perplessa su perché queste persona passino il loro tempo a odiare qualcuno che non conoscono neanche. C’è stato un enorme supporto sulla pagina Facebook del Geek Club of Sri Lanka e alcune persone che non conoscevo mi mandavano messaggi dicendo di farmi forza, è stato molto bello.”

La notizia è poi giunta alle orecchie della Gadot, la quale ha subito voluto twittare il suo sostegno alle ragazze:

https://twitter.com/GalGadot/status/903363415674019840

La stessa cosa era stata fatta poco prima anche dalla regista del film, Patty Jenkins:

Cosa ne pensate? Fatecelo sapere tramite un commento qui sotto!

Leggi anche

Cosplay tutorial: il libro di Witch Mercy da Overwatch

Ecco come realizzare il libro accessorio del cosplay di Witch Mercy dall’evento di H…