Minority Report è realtà: la polizia giapponese ha ideato un sistema di precrimine!

minority report

Come in Minority Report, la polizia di Kyoto ha messo a punto un sistema di previsione dei crimini

La polizia di Kyoto ha ideato e messo a punto lo Yosokugata Hanzai Bogyo System (Sistema Preventivo del Crimine), un sistema che permette ai tutori della legge giapponesi di prevedere dove e quando i crimini potrebbero verificarsi.

Se il vostro pensiero giunge ad immaginare una vasca piena d’acqua, con all’interno dei Precog, come visto nel celebre film di Steven SpielbergMinority Report, vi anticipiamo che purtroppo il sistema giapponese non ha tanta teatralità!

blank

Fondamentalmente si tratta di un supercomputer che esegue complessi calcoli statistico-matematici, basati sui dati storici dei crimini commessi in una certa regione. Tale sistema, non comunica alla polizia chi commetterà un certo crimine, alla stregua del film interpretato da Tom Cruise, ma fornisce semplicemente (si fa per dire) dati statistici rilevanti per un certo tipo di crimine.

Analizzando enormi quantità di dati riguardanti l’incidenza dei crimini in determinate zone e con l’ausilio di avanzatissimi algoritmi, la polizia di Kyoto non deve fare altro che inserire la tipologia di crimine per ottenere, dal supercomputer, una mappa con le zone in cui potrebbe verificarsi il crimine in esame.

Questa mappa delle probabili zone a rischio crimine aiuterà la polizia a pianificare i pattugliamenti giornalieri, in modo che gli agenti possano trovarsi al posto giusto e al momento giusto.

Attualmente, lo Yosokugata Hanzai Bogjo System riesce ad analizzare solo un certo numero di crimini, come le aggressioni e i furti di veicoli, ma i suoi ideatori sono già pronti ad ampliarne l’operatività e le aree di azione, fino a coprire l’intero territorio nazionale.

Da più parti, però, piovono le prime critiche verso il sistema, accusato di correre il serio rischio di far incrementare il numero dei falsi arresti. La polizia però tiene a precisare che non si tratta di un vero sistema di previsione dei crimini, ma di un aiuto per ottimizzare risorse ed efficacia delle forze dell’ordine.

Cosa ne pensate? Fatecelo sapere con un commento qui sotto!

Fonte: Geek

0 Commenti
Feedback in ordine
Vedi tutti i commenti