Zack Snyder difende Superman attaccando Star Wars

Proprio oggi è in arrivo nelle sale cinematografiche il film Batman v Superman: Dawn of Justice, mentre il suo regista, intervistato dal Wall Street Journal, si trova a dover fare i conti con il passato. Zack Snyder difende Superman, che ne L’uomo d’acciaio, era stato accusato di aver ucciso troppe persone, facendo compiere all’eroe azioni poco adatte alla salvaguardia di Metropolis. Se solitamente è prassi dei registi difendere le proprie opere, non lo è farlo attaccando altri film, in particolar modo se quest’ultimi portano il nome di Star Wars. Ecco quanto dichiarato da Snyder, mentre racconta di come qualcuno gli abbia riferito di non ricordarsi un film con tante morti come ne L’uomo d’acciaio:

Gli ho detto “Ah, davvero? E cosa mi dici di Star Wars: Il Risveglio della Forza?”. In Guerre Stellari hanno distrutto cinque pianeti eliminando in un attimo qualche miliardo di persone. Penso che il nuovo Star Wars abbia il più elevato bilancio di vittime di tutta la storia del cinema se dobbiamo metterci qua a fare i conti.

Parlando dei fan ha poi aggiunto:

Diciamo che sono rimasto colpito dal fervore con cui è stato difeso il concetto di Superman. Mi è sembrato che se la siano presa in maniera personale perché stavo cercando di far crescere il personaggio.

Siete d’accordo con lui?

0 Commenti
Feedback in ordine
Vedi tutti i commenti