Venom: La furia di Carnage non convince del tutto ma si esalta con la scena post credit

venom carnage

A quanto pare la parte migliore di Venom: La furia di Carnage sembra essere la scena post credit, la clamorosa sequenza dopo i titoli di coda approdata online ieri e che già sta facendo impazzire i fan Marvel.

Con lo scadere dell’embargo sulle prime recensioni del film di Andy Serkis provenienti dagli USA, veniamo a conoscenza che la seconda pellicola Sony sul simbionte Marvel non ha convinto del tutto la critica, anche se il punteggio su Rotten Tomatoes sembra leggermente in ripresa, in attesa di sapere la reazione italiana al film che esce oggi nelle sale.

Critica divisa su Venom: La furia di Carnage

Non è facile capire se Venom 2 riuscirà a ripetere l’inaspettato exploit del primo film capace di incassare oltre 850 milioni di dollari in tutto il mondo, sta di fatto che la critica si è spaccata tra chi continua ad apprezzare l’approccio sfacciato e spensierato del sequel e chi, invece lo definisce addirittura “caotico ed esasperante”.

Leah Greenblatt di EW dà al film un voto C+, scrivendo che l’accoppiata antieroe / villain impersonificata da Eddie Brock (Tom Hardy) e Cletus Kasady (Woody Harrelson) è “completamente caotica” con il film che presenta un divertimento insensato grazie al suo “incurante abbraccio dell’anarchia”.

Chris Evangelista di Slash Film ha parlato di Venom: La furia di Carnage come “una sciocca commedia romantica travestita da sequel di supereroi”. Tuttavia, continua, “Ci sono innumerevoli film di supereroi migliori di questo. Scritti meglio, diretti meglio, recitati meglio, realizzati meglio. Eppure, La Furia di Carnage ha un cuore strano e bizzarro e, a volte, è esattamente quello che devi vedere”. “Se dobbiamo essere inondati da un flusso infinito di film a fumetti, almeno dateci più stranezze e bizzarrie come questa per mantenere le cose leggere. Finché Tom Hardy continuerà a fare questi film, continuerò a guardarli”.

Venom La furia di Carnage

Allo stesso modo K. Austin Collins di Rolling Stone K. Austin Collins ha indicato che “i film di Venom non sono buoni perché sono spazzatura. Sono buoni perché sono buoni; sono spazzatura perché hanno il buon senso di essere tale”.

Rodrigo Perez di The Playlist indica che il film è più “iperattivo, incessantemente caotico ed esasperante” rispetto al suo predecessore, poiché si crogiola su ciò che è piaciuto della pellicola precedente. Il giornaslista ha definito la parte finale del film come un “rumoroso e anarchico festival di tentacoli pornografici carico di CGI”.

John DeFore di The Hollywood Reporter scrive che “la fatica dei supereroi si applica anche ai non eroi” e dice che Michelle Williams, che recita nel ruolo dell’ex di Brock, è “troppo talentuosa per rimanere bloccata in un ruolo marginale di assistente/ostaggio” aggiungendo: “guardando al futuro speriamo che le cose vadano meglio, o almeno che vadano male in un modo più divertente” riferendosi all’eventualità di un Venom 3.

Ma c’è chi ci è andato giù pesante come Amy Nicholson del New York Times che fornisce forse il commento più feroce sul film. Secondo la scrittrice il film “fiorisce in momenti ad alta energia e si nutre di basse aspettative” prima di soprannominarlo “lo scarico della doccia degli Avengers”.

Data di uscita, dettagli e trama di Venom: La Furia di Carnage

La data di uscita di Venom 2, dopo continui rinvii, è stata recentemente anticipata al prossimo 1 ottobre grazie all’ottimo successo al box office di Shang Chi e la Leggenda dei Dieci Anelli.

Il film, che sarà diretto da Andy Serkis, vedrà il ritorno di Tom Hardy nei panni del doppio ruolo Eddie Brock / Venom, a cui sia affiancheranno Michelle Williams nei panni di Anne Weying, Woody Harrelson interpreta Cletus Kasady, alias Carnage, mentre Naomie Harris (Moonlight) interpreta la villain Shriek.

Più di un anno dopo aver “accolto” il legame con il simbionte alieno che l’ha trasformato nell’antieroe che tutti conosciamo, un vero letale protettore, Eddie Brock (Tom Hardy) è pronto a riprendere in mano la sua carriera nel giornalismo investigativo intervistando in carcere il serial killer Cletus Kasady (Woody Harrelson) per scoprire dove sono sepolti i corpi delle sue vittime.

Quando però lo stesso Kasady diventa l’ospite di un altro simbionte più feroce e pericoloso che eleva alla massima potenza le psicosi del freddo assassino, Venom si troverà a che fare con una vera macchina per uccidere rosso sangue senza alcuna coscienza.

Cosa ne pensate? Fatecelo sapere tramite un commento qui sotto!

Il Negozio delle Necessita Mobile Ads 2