Rick e Morty: Adult Swim ha licenziato il creatore Justin Roiland. Ecco cosa sta accadendo

Rick e Morty

Con un tweet shock pubblicato in queste ore dall’account ufficiale di Rick e Morty, Adult Swim ha annunciato di aver licenziato Justin Roiland, il co-creatore della celebre serie animata in Italia in onda su Netflix.

Un tweet che è un vero e proprio terremoto per tutti i fan di Rick e Morty, e che appare ancora più sconvolgente poiché non è stato accompagnato da alcuna motivazione; ma ecco cosa sta accadendo.

Il co-creatore e doppiatore di Rick e Morty, Justin Roiland, è stato accusato di violenza domestica e, per questo motivo, Roiland è stato tagliato fuori dallo show e da Adult Swim. Senza se e senza ma.

Secondo quanto riferito da The Hollywood Reporter, Mairie Moore, una rappresentante di Adult Swim, Cartoon Network e Boomerang, è stata categorica nell’esporre la decisione presa dal network: “Adult Swim ha chiuso la sua collaborazione con Justin Roiland”.

Ma questo non significa che la serie Rick and Morty, già rinnovata per diverse altre stagioni, terminerà. Come sottolineato dal giornalista, “Adult Swim non è nemmeno a metà del massiccio ordine di 70 episodi commissionato dal canale nel 2018“.

Rick e Morty

Anche se questo non faceva parte della dichiarazione di Moore, THR ha spiegato che “le fonti dicono che Rick and Morty è destinato a continuare, con i ruoli vocali di Roiland che saranno reinseriti nel cast. Il co-creatore Dan Harmon sarà ora l’unico creatore. Lo show è salvo fino alla stagione 10”.

Detto questo, non sappiamo se le altre serie in cui è attualmente coinvolto Roiland come creatore e doppiatore si salveranno dallo scandalo che ha colpito il celebre autore. Solar Opposites, probabilmente la serie più famosa dopo Rick e Morty, disponibile in Italia su Starz (Disney+), sembra ora più che mai appesa ad un filo molto sottile nonostante il recente rinnovo per una nuova stagione.