Detective Pikachu – Il ritorno: recensione del gioco che ci riporta nei meandri di Ryme City

Detective Pikachu il ritorno

Ecco la nostra recensione di Detective Pikachu: il ritorno, il nuovo titolo di Nintendo che ci permette di tonare ad investigare con il piccolo detective giallo.

Il gioco è stato rilasciato lo scorso 6 ottobre ed è attualmente disponibile per Nintendo Switch, disponibile per l’acquisto sia in versione fisica che in versione digitale. Quindi, dopo averlo provato, ecco qui come è stata la nostra esperienza.

Comincerò dando qualche informazione di contesto rispetto a questo nuovo action game, titolo che ci ha fatto sognare nei mesi scorsi con diversi trailer.

Detective Pikachu: il ritorno è nato come spin-off della serie Pokémon ed è stato sviluppato, prodotto e distribuito da Nintendo. Per promuovere il gioco, il colosso nipponico ha addirittura aperto un sito dedicato al brand. Altra mossa degna di nota è stata quella di dedicare la giornata del caffè al piccolo detective.

Una grandissima promozione quindi per un titolo che non delude le aspettative…ma forse è meglio andare con ordine. Ecco quindi la nostra recensione di Detective Pikachu: il ritorno.

Il nuovo action game a tema investigazioni di Nintendo

Detective Pikachu: il ritorno è il secondo titolo dedicato al Pokemon investigatore. Questo ha ufficialmente sancito per Nintendo l’apertura della nuova serie di videogiochi.

Il primo capitolo della saga di Detective Pikachu è un game d’avventura sviluppato dalla Creatures Inc. nel 2016. All’epoca il gioco fu poi distribuito in Giappone da The Pokémon International su Nintendo 3DS. Grazie al grandissimo successo riscosso in patria, l’esordio non solo europeo, ma mondiale del piccolo detective non fece attendere. Poco dopo infatti venne realizzata una versione breve del gioco. Questa venne commercializzato con il titolo Great Detective Pikachu: Birth of a New Duo, ed è stata poi distribuita in tutto il mondo. Il titolo originale, Detective Pikachu, verrà poi commercializzato a livello mondiale solo nel 2018. Come è risaputo, grazie al grandissimo successo del gioco, è stato poi realizzato un film omonimo, che ha riscosso un buonissimo riscontro al botteghino.

Detective Pikachu: il ritorno è quindi il secondo titolo della saga. Ciò che il giocatore si troverà davanti, una volta acquistato questo titolo, è un videogame action ad esplorazione parziale. Ovviamente la caratteristica che lo contraddistingue (così come era stato anche per il primo della serie) è la possibilità di interagire con umani e Pokémon per ottenere indizi. Lo scopo del gioco è infatti quello di risolvere vari casi che si porranno davanti ai protagonisti. Ciò permetterà al player di conoscere e esplorare diverse zone della città in cui è ambientato, cioè Ryme City.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Pokémon Italia (@pokemonufficiale)

Trama e gameplay

La trama riprende il finale del primo gioco della serie. Quindi i due protagonisti, Pikachu e Tim Goodman, mentre cercavano Harry (padre del ragazzo e partner del piccolo investigatore), si imbatterono nel traffico di una sostanza illegale chiamata R. Dopo aver risolto il caso, e aver liberato la città dal composto, però, non trovarono lo stesso alcuna traccia dell’uomo scomparso.

Ora i due sono ormai detective affermati e riconosciuti in città, e ciò li porterà al centro di una serie di complessi casi, il primo dei quali riguarda la scomparsa di un prezioso gioiello. Apparentemente questo avvenimento sembra essere sconnesso da tutta la vicenda, ma non tutto è come sembra.

Una storia avvincente che permetterà i giocatori di immergersi ancora una volta in un mondo bizzarro e divertentissimo. La serie di Detective Pikachu è infatti uno degli spin-off più amati del brand, e ciò forse anche per la rivisitazione in chiave comico grottesca dei classici polizieschi.

Il gameplay di Detective Pikachu: il ritorno ricorda molto quello del primo della serie. Il giocatore userà Tim, che sarà sempre seguito dal suo fedele amico. Nei vari casi che il player si troverà davanti (se ne troveranno molti anche come side quest) si avrà la possibilità di parlare con umani e Pokémon per trovare indizi utili per la risoluzione. Grande novità introdotta è quella di poter usare le abilità uniche di Pokémon amici per poter scovare i criminali, o trovare indizi in maniera più efficacie.

Un gioco quindi dalla trama coinvolgente e divertente, il tutto caratterizzato da un gameplay leggero. Ciò permette al giocare di passare delle belle ore davanti allo schermo.

Impressioni e conclusioni finali


Tutto ciò quindi è quello che troverete una volta che acquisterete questo piccolo capolavoro per Nintendo Switch. In Detective Pikachu: il ritorno vi avventurerete in una città dove Pokémon e umani vivono in armonia. Ciò creerà quindi delle situazioni bizzarre, e alquanto comiche, caratteristica che ho molto apprezzato nell’esperienza complessiva.

Il gioco ottiene poi un tocco particolare grazie alla stupenda colonna sonora, che si sposa perfettamente con il genere e dona alla storia maggiore incisività. La vicenda narrata di per sé è abbastanza banale, ma nel complesso risulta interessante proprio perché è ambientata in un mondo popolato da creature bizzarre. Il metodo di narrazione dona al giocatore l’impressione di essersi immerso in una vera storia do detective d’altri tempi. Questa caratteristica da un contributo molto positivo all’esperienza.

La grafica poi usata nel gioco è abbastanza semplice, e si riconduce a quella presente in quasi tutti i giochi della serie usciti in questo periodo. Per questo bisogna dire che da questo punto di vista ci potrebbero essere dei miglioramenti. Il tutto però passa in secondo piano nell’esperienza complessiva.

In conclusione, posso confermare che Detective Pikachu: il ritorno riesce a creare un’esperienza molto interessante e coinvolgente per il giocatore, grazie al gameplay e alla colonna sonora. Queste due caratteristiche permettono al giocatore di giocare ore e ore, senza accorgersi che il tempo passa intorno a loro.

Non posso quindi che consigliare Detective Pikachu: il ritorno, che è acquistabile in versione fisica e digitale, per Nintendo Switch, al prezzo di 49,99 euro.

Detective Pikachu il ritorno
Conclusioni
Detective Pikachu: il ritorno è un titolo divertente e intrigante, che permette al giocatore di immergersi in una città completamente popolata da Pokémon. Il tutto è contornato da una colonna sonora stupenda, che si sposa perfettamente con la vicenda (che risulta a tratti però banale, anche se molto divertente). Nel complesso è un titolo che intrattiene e appassiona molto bene il giocatore.
Pro
Colonna sonora stupenda e ben inserita nel gioco
Gameplay divertente e perfetto per il tipo di gioco
Contro
Grafica migliorabile
Trama divertente, anche se a tratti un po' banale
7
Voto Finale