Bioshock: il regista Francis Lawrence svela che il film è dietro l’angolo

Bioshock

Il regista Francis Lawrence non solo sta sviluppando un sequel di Constantine con i DC Studios e Keanu Reeves, e un sequel di Io sono leggenda con Will Smith, ma sta anche sviluppando un film tratto dalla serie di videogiochi di BioShock per Netflix. Purtroppo, non ci sono stati aggiornamenti su questo progetto da quando è stato annunciato… o almeno non ci sono stati fino ad oggi.

Parlando con Collider, il regista ha offerto un aggiornamento sul film di Bioshock dicendo che la sceneggiatura è attualmente in fase di stesura da parte di Michael Green (Blade Runner 2049) e che potrebbe essere il prossimo progetto a cui inizierà a lavorare.

“Beh, Michael Green, che ha scritto Blade Runner 2049, tra le altre cose, e che è un mio amico da anni, lo sta scrivendo, ed è nel bel mezzo della stesura proprio ora. Abbiamo già il nostro ciak, la scaletta e tutto il resto, quindi è già tutto pronto. Ora sta solo scrivendo. Per questo ho detto che c’è la possibilità concreta che sia il prossimo film”.

Lawrence ha poi parlato di quanto sia un grande fan della serie di videogiochi, definendola “uno dei migliori giochi mai creati”.

“È anche, credo, uno dei giochi visivamente più unici mai creati. L’altra cosa, ed è una delle cose che mi attrae sempre, è che è molto tematico. Ci sono idee e filosofie reali alla base del gioco, ed è davvero, davvero, davvero ragionato. Molti giochi possono avere un mondo fantastico, o un grande personaggio principale, o possono offrire una serie di grandi eventi, ma non hanno le idee, non hanno il peso e la gravità di Bioshock. Una sorta di combinazione di idee e filosofie reali mescolate a un’estetica incredibile. Inoltre, una delle altre cose che amo, amo, amo è quella sorta di strano mashup di generi, l’idea di avere quello che sembra un pezzo d’epoca, mescolato con il body horror, mescolato con la fantascienza. È uno di quei grandi mashup, e penso che possa essere davvero unico, davvero bello e davvero divertente”.

Bioshock

 

Il regista ha poi parlato della collaborazione con Netflix, della libertà creativa che gli hanno concesso e di come stiano cercando di rimanere fedeli al gioco:

“Ci sono sempre discussioni sul rating e sul tono. Non voglio entrare troppo nel merito perché è ancora presto, ma di certo non mi sono sentito soffocato in alcun modo, o mandato in qualche direzione da Netflix. Voglio dire, fondamentalmente io e Cameron (MacConomy), che lavora con me, e Michael, possiamo fare quello che vogliamo, il che è fantastico. La maggior parte del lavoro consiste nel rimanere fedeli al gioco stesso, e siamo sempre in contatto con Take-Two e Ken Levine”.

Lawrence, che ha recentemente concluso la produzione del film prequel di Hunger Games, La Ballata dell’Usignolo e del Serpente, sembra piuttosto fiducioso riguardo al progetto e ai suoi piani.

Nel corso degli anni ci sono stati diversi tentativi di realizzare un film su BioShock. Gore Verbinski (Pirati dei Caraibi, The Ring) aveva firmato per dirigere un film su Bioshock già nel 2008, ma il progetto era stato interrotto a causa delle preoccupazioni legate al budget elevato e alla classificazione R. A quanto pare, però, questo non sarà un problema per Lawrence con il coinvolgimento di Netflix, e il film potrebbe davvero essere dietro l’angolo.

BioShock è ambientato a Rapture, una grande città sottomarina progettata e costruita negli anni ’40 dal magnate d’affari individualista Andrew Ryan, che voleva creare un’utopia in cui l’élite della società potesse prosperare al di fuori del controllo del governo e della “meschina moralità”. Il gioco ha una forte influenza steampunk e, come il gioco, il film sarà sicuramente un’esperienza visivamente impressionante.

O almeno questo è quello che speriamo.

Il Negozio delle Necessita Mobile Ads 2