Addio a Ray Liotta, il “bravo ragazzo” di Martin Scorsese

ray liotta

È con grande tristezza che apprendiamo la notizia della scomparsa di Ray Liotta, 67enne attore americano principalmente noto per aver recitato nella pellicola cult “Quei bravi ragazzi” di Martin Scorsese.

Liotta si è spento nel sonno nella Repubblica Dominicana, paese in cui si trovava perché impegnato nelle riprese del film “Dangerous Waters”.

Ray Liotta “goodfella” anche nei videogame

Nato a Newark il 18 dicembre 1954, dopo un inizio di carriera durante il quale aveva lavorato in soap opera, film TV e musical, nel 1986 arriva la “grande chiamata” da Hollywood che lo vuole al fianco di Melanie Griffith in “Qualcosa di Travolgente”. Il film fa conoscere al grande pubblico uno degli attori più talentuosi, carismatici e genuini del cinema americano, sempre troppo poco riconosciuto dalla critica che, però, non si è potuta tirare indietro di fronte ad alcune interpretazioni decisamente da Oscar.

È il caso di quando Martin Scorsese lo vuole come attore protagonista in “Quei bravi ragazzi” del 1990, pellicola che lo vede nel ruolo di un italo-irlandese che cerca di fare strada nella mafia americana insieme ai compagni di una vita interpretati da Robert De Niro e Joe Pesci.

Nel 1994 recita al fianco di Whoopi Goldberg in “Una moglie per papà”, pellicola in cui Liotta sfoggia un’interpretazione da vero “bravo ragazzo” davvero degna di nota.

Il nome di Liotta è legato anche al mondo dei videogiochi, visto che è sua la voce originale di Tommy Vercetti, protagonista del GTA Vice City, oltre ad aver dato il volto a Billy Handsome, personaggio dell modalità Zombie di Call of Duty: Black Ops II.

Il Negozio delle Necessita Mobile Ads 2