Una poltrona per due: ecco la spiegazione del finale

Non c’è Natale senza Una poltrona per due (Trading Places), il film cult con Eddie Murphy e Dan Aykroyd che è diventata una delle pellicole da vedere durante le feste, tanto che la stessa Italia 1 ormai la trasmette ogni anno proprio il giorno della Vigilia di Natale.

Le vicende di Una poltrona per due sono note davvero a tutti mentre il finale, con i due attori mattatori in tutto e per tutto, presenta un significato puramente “finanziario” che merita una spiegazione per comprendere, fino in fondo, cosa accade quando Louis Winthorpe III (Aykroyd) e Billie Ray Valentine (Murphy), mandano all’aria il piano dei fratelli Duke causando il loro tracollo economico.

Mercato delle materie prime, contratti derivati e speculazione finanziaria senza scrupoli: tutto questo si mescola nel finale di Una poltrona per due

A parte la diabolica e sadica scommessa che innesca le vicende del film, di cui sono ignare vittime sia Louis che Billie Ray, Randolph e Mortimer Duke avevano escogitato un’azzardata e scorretta azione speculativa riguardante il famoso raccolto delle arance.

Vediamo, dunque, in cosa consisteva il piano dei Duke che avrebbe dovuto farli diventare ancora più schifosamente ricchi.

I Duke, corrompendo un commissario governativo, avrebbero dovuto mettere le mani (in anticipo su chiunque) sul rapporto annuale del Dipartimento dell’Agricoltura americana sull’andamento del raccolto delle arance. Il loro obiettivo era di comprare dei futures sulle arance (o meglio sul succo di arancia concentrato e surgelato) e guadagnare milioni di dollari.

Cosa sono i futures

Prima di passare al cuore della spiegazione del finale di Una poltrona per due, bisogna capire a grandi linee cosa sono i futures e come i dati del raccolto annuale possono influenzare il mercato delle arance (e di altre materie prime) non ancora materialmente disponibili.

Il concetto economico base da cui partire è la legge della domanda e dell’offerta: più c’è abbondanza (offerta) di un prodotto più il suo prezzo è basso, mentre se il prodotto è scarso (domanda alta) il suo prezzo tenderà a salire (questo, ovviamente a grandi linee e senza pretese da esperti di economia, perché io sono più Valentine che Winthorpe).

Quindi, se il rapporto annuncia un’annata caratterizzata da un buon raccolto, il prezzo delle arance sarà basso; al contrario, un raccolto povero (magari causato da condizioni climatiche avverse) porterà a un prezzo elevato delle arance e del loro succo, data la scarsità degli agrumi.

I Duke, conoscendo in anticipo i risultati del rapporto, intendono utilizzare lo strumento dei futures a loro vantaggio.

I futures sono dei contratti derivati che impegnano le parti ad acquistare o vendere, a una data futura, una determinata quantità di merce a un prezzo prefissato. In pratica si scommette su quello che sarà il prezzo di un prodotto in futuro; in questo caso se qualcuno è convinto (o conosce in anticipo) che il prezzo di un dato prodotto scenderà, potrà vendere (piazzare) merce non ancora in suo possesso a un prezzo alto, salvo poi godere della speculazione quando dovrà effettivamente acquistare tale merce a costi bassi. La differenza tra prezzo di vendita (alto) e prezzo di acquisto (basso) costituirà il guadagno.

film da vedere a Natale una poltrona per due

Il piano speculativo dei fratelli Duke e il rapporto sul raccolto delle arance

Se nel film gli eventi avessero seguito il loro corso “naturale” i Duke avrebbero dovuto ricevere il rapporto che parlava di un ottimo raccolto, applicando nel reale il concetto di cui sopra per riempirsi spudoratamente le tasche di dollari. Tuttavia sappiamo che Louis e Billie Ray mangiano la foglia e, con l’aiuto di Ophelia (Jamie Lee Curtis) e Coleman (Denholm Elliott), intercettano il rapporto e lo sostituiscono con uno falso che parla di un raccolto pessimo.

Il falso rapporto arriva dunque ai Duke che, aspettandosi quindi in futuro un aumento del prezzo delle arance, danno mandato a loro operatore di borsa di comprare non appena apriranno i mercati. In questo frangente ai due miliardari non importa il prezzo di acquisto, tanto per loro sarà comunque inferiore al futuro prezzo di vendita.

Al via delle contrattazioni tutti i broker si lanciano nella scia dei Duke (perché “quei due sanno qualcosa” – cit.) e cominciano a comprare: aumenta la domanda e quindi aumenta il prezzo medio delle contrattazioni.

Louis e Billie Ray fanno il colpaccio e diventano ricchissimi

A questo punto entrano in scena i nostri eroi che cominciano a vendere futures sulle arance con Louis che esclama: “Vendo 200 aprile a 142!” (aprile è la scadenza di quel determinato contratto futures) perché sa che il raccolto è in realtà buono e il prezzo futuro sarà inferiore alla vendita. In questa fase i due “vendono allo scoperto” i futures di succo d’arancia concentrato e surgelato.

Anche in questo frangente alcuni broker cominciano a vendere seguendo i due e causando un crollo dei prezzi (tanta offerta = prezzi bassi).

Louis e Billie Ray continuano comunque a vendere e, quando il rapporto viene comunicato ufficialmente in TV dal Commissario dell’Agricoltura che parla di un buon raccolto nonostante l’inverno rigido, tutti coloro che avevano inizialmente comprato (compresi i Duke) devono sbarazzarsi al più presto di futures il cui prezzo sta crollando vertiginosamente. Ed è a questo punto, quando il prezzo arriva a 46, che Louis e Billie Ray iniziano a comprare investendo ciò che avevano incassato precedentemente.

Il mercato si chiude così a un prezzo medio di 29, con i Duke mandati sul lastrico perché hanno tanti futures acquistati a prezzo alto e che adesso valgono molto, molto di meno. Infatti, il prezzo concordato per l’acquisto delle arance è molto più basso di quello dei contratti firmati per loro poco prima come venditori. Al contrario i “due sulla poltrona”, ovvero Winthorpe e Valentine, sono diventati ricchissimi: inizialmente hanno venduto tanto a 142 e poi comprato a un prezzo medio bassissimo.

Ecco, dunque, la spiegazione del finale di Una poltrona per due, iconica sequenza che potete rivedere (adesso con un po’ di consapevolezza in più) nel video qui sotto.

La legge “Eddie Murphy” è la risposta di Wall Street alla spiegazione del finale di Una poltrona per due

Quanto fatto da Winthorpe e Valentine, e ovviamente anche quello che era nelle intenzioni iniziali dei Duke, è definito insider trading, cioè speculare in borsa avendo informazioni confidenziali non pubbliche. Quando Una poltrona per due fu girato questa pratica era riprovevole ma non illegale, situazione cambiata nel 2010 con l’approvazione di una legge/regolamento definita “Eddie Murphy Rule”. Secondo questa legge è illegale utilizzare informazioni non pubbliche per commerciare nel mercato dei futures.