Star Wars: addio a Ken Nightingall, il famoso microfonista con i pantaloncini rosa

microfonista con pantaloncini rosa Star Wars

Una delle immagini più celebri e iconiche della saga di Star Wars che però non appartiene direttamente ai film, ma è legata alla produzione della prima storica pellicola, è quella del microfonista con i pantaloncini rosa ritratto in una foto del set di Episodio IV: Una nuova speranza.

Addio a Ken Nightingall, il famoso microfonista con i pantaloncini rosa del set di Star Wars: Una nuova speranza

L’uomo, di nome Ken Nightingall, si è purtroppo spento qualche giorno fa all’età di 92 anni, una notizia che ha commosso non poco il fandom di Guerre Stellari che da non molto tempo aveva scoperto la vera identità di quel tecnico che, a torso nudo e con gli ormai iconici pink shorts reggeva un microfono nel deserto della Tunisia usato come set per Tatooine.

Nonostante la foto fosse molto famosa da quando cominciò a girare su Reddit nel 2015, tanto da essere usata per ironici meme e come spunto per divertenti cosplay, solo nel 2019 ABC News riuscì a rintracciare il famoso microfonista di Star Wars coi pantaloncini rosa.

Ken Nightingall durante l’intervista rilasciata a ABC, confessò di essere molto divertito dalla sua “fama” all’interno del franchise Star Wars, ricordando come nel deserto del nord Africa facesse dannatamente caldo:

Faceva davvero tanto caldo e io stavo solo facendo il mio lavoro. Sono stupito da questa popolarità, da queste attenzioni, ma credo siano una bella cosa e se i fan si divertono a me fa piacere. 

Chi è il microfonista con i pantaloncini rosa di Star Wars?

Nightingall, che è sopravvissuto alla moglie Rose, alla figlia Toni e al figlio Terence (regista televisivo), ha avuto una carriera professionale lunga 60 anni che lo ha portato a lavorare in tante produzioni famose come alcuni film di James Bond (solo per i tuoi occhi, Operazione Priovra, Bersaglio mobile e Zona pericolo).

Il tecnico del suono Chris Munro, premio Oscar per Gravity e Black Hawk Down, ha ricordato così Ken:

Ho incontrato Ken per la prima volta quando sono entrato nel settore oltre 50 anni fa. Mi ha supportato immensamente quando ho cominciato la mia prima carriera come giovane mixer audio. “Leggenda” è la parola che mi viene in mente quando provo a descriverlo. Ci mancherà tristemente nella nostra comunità cinematografica, ma la sua è stata una vita e una carriera che dovrebbero essere celebrata. I nostri pensieri sono con la sua famiglia in questo triste momento.

Fonte: Deadline

guest
0 Commenti
Feedback in ordine
Vedi tutti i commenti
...e questo?
Deadpool 2
Deadpool 3: assunti due sceneggiatori per scrivere il film