banner justnerd desktop 2

banner justnerd mobile 1

Stephen King costretto a modificare la trama del suo ultimo romanzo a causa del Coronavirus

stephen king

Le vicende dell’ultimo romanzo di Stephen King, opera a cui sta attualmente lavorando il Re del brivido, subiranno dei cambiamenti a causa del Coronavirus e della pandemia che ha investito tutto il mondo sconvolgendo la vita di miliardi di persone.

L’autore, attentissimo ai dettagli, ha rivelato di aver rimesso mano alla trama e alla linea temporale dell’ultima sua fatica perché quanto narrato non era più plausibile alla luce di ciò che è accaduto negli ultimi mesi, soprattutto in merito al lockdown.

Stephen King modifica alcuni aspetti della trama del suo ultimo romanzo a causa della pandemia da Coronavirus

La soluzione “forzata” è stata quella di retrodatare gli accadimenti del libro, come rivelato dallo stesso King:

Ho ambientato il romanzo che sto attualmente scrivendo nell’anno 2020 perché ho pensato:«Va bene, quando lo pubblicherò, se è nel 2021, sarà come se fosse ambientato nel passato, il tutto in maniera molto sicura». Poi però è arrivata questa cosa e ho immediatamente pensato a ciò che avevo scritto nella prima bozza del romanzo, quando racconto di due dei miei personaggi che erano andati in crociera… quindi ho pensato: «Beh, no, non credo che qualcuno sarebbe andato in crociera quest’anno”». E così ho rivisto tutto e ho ambientato immediatamente il libro nel 2019, dove le persone potevano ancora riunirsi e stare insieme, con la mia storia che avrebbe funzionato senza problemi.

Stephen King è tornato prepotentemente alla ribalta nelle ultime settimane proprio in relazione all’emergenza COVID-19, tutto a causa delle analogie tra l’attuale situazione di crisi mondiale e gli eventi descritti nel suo romanzo del 1978 intitolato L’ombra dello scorpione, opera che ha come protagonisti i sopravvissuti a una pandemia mondiale – causata da un virus estremamente letale – che abitano un mondo post-apocalittico.

Lo stesso King, che ha già spiegato come il Coronavirus sia molto diverso dalla tremenda infezione frutto della sua fantasia, continua a sentirsi un po’ a disagio e dispiaciuto che le paure reali delle persone trovino qualche sorta di riscontro nel suo romanzo:

Indirettamente continuo a far dire alla gente: «Accidenti, è come se vivessimo in una storia di Stephen King» e la mia unica risposta è «Mi dispiace».

If it bleeds

Ricordiamo che il 28 aprile, come annunciato dal sito ufficiale del 72enne scrittore del Maine, uscirà If It Bleeds la raccolta di quattro novelle cariche di terrore e brividi.

Dall’autore numero 1 del New York Times, il leggendario narratore e maestro della fiction Stephen King arriva una straordinaria raccolta di quattro nuovi e avvincenti romanzi: Mr. Harrigan’s Phone, The Life of Chuck, Rat e la storia del titolo If It Bleeds – ognuno attira i lettori in luoghi intriganti e spaventosi . La novella è una forma a cui King è tornato più e più volte nel corso della sua straordinaria carriera, e molti sono stati trasformati in film iconici, tra cui The Body (Stand By Me – Ricordo di un’estate) e Rita Hayworth and Shawshank Redemption (Le ali della libertà). Come Four Past Midnight (Quattro dopo mezzanotte), Different Seasons (Stagioni diverse) e, più recentemente, Full Dark, No Stars (Notte buia, niente stelle), If It Bleeds è una raccolta straordinariamente soddisfacente di novelle di uno scrittore incomparabilmente dotato.

Fonte: Comicbook

Il Negozio delle Necessita Mobile Ads 2

Il Negozio delle Necessita Desktop ads