Resident Evil 3 Remake: niente live selection e finali multipli

Resident Evil 3 Remake

Si fa sempre più insopportabile l’attesa per l’uscita di Resident Evil 3 Remake che debutterà fra poco più di un mese e in una recente intervista concessa ai microfoni GameSpot, il co-producer del gioco Pete Fabiano ha svelato nuove interessanti informazioni riguardo alla nuova incarnazione del classico Capcom.

Emergono nuovi interessanti dettagli su Resident Evil 3 Remake che, per alcuni aspetti, si distinguerà nettamente dall’originale videogame Capcom uscito nel 1999

Stando alle parole di Fabiano in questo remake non vi saranno le sessioni Live Selection, ossia quei momenti (coincidenti solitamente con i vari incontri con Nemesis) in cui il giocatore poteva scegliere di fare un’azione rispetto a un’altra, bivi narrativi che avrebbero influenzato le fasi successive del gioco e i finali, permettendo di arrivare a varie conclusioni alternative del gioco.

Con questo remake, il director voleva raccontare una storia coerente con protagonista Jill, legata al modo in cui lei e Carlos riescono a sopravvivere a Nemesis e a fuggire da Raccoon City. Volevamo fare in modo che il tutto rimanesse coeso, che ci fosse quindi un unico e più coerente modo di far succedere le cose.  

Il remake, dunque, non avrà dei finali multipli a differenza del terzo capitolo della saga uscito originariamente sulla prima PlayStation nel 1999.  Vi ricordiamo che Resident Evil 3 uscirà su PC, PlayStation 4 e Xbox One il prossimo 3 aprile.

Fonte: GameSpot

...e questo?
gears 5 batista
Gears 5: la finisher move Batista bomb introdotta dal nuovo DLC gratuito