My Hero Academia: nuovo nome per Maruta Shiga ma stessi problemi (e scoppia una nuova polemica)

my hero academia

La scorsa settimana My Hero Academia, uno dei franchise di anime / manga attualmente più famosi e di successo a livello internazionale, è stato vietato in Cina a seguito delle polemiche riguardanti il nome di uno dei personaggi dell’opera creata da  Kohei Horikoshi.

My Hero Academia finisce di nuovo nell’occhio del ciclone e, dopo il ban Cinese, il nuovo nome di Daruma Ujiko innesca altre feroci polemiche

Al centro della controversia era finito il nome di uno dei villain della serie, lo scienziato Daruma Ujiko, il cui appellativo completo del cattivo era Maruta Shiga, con “Maruta” che è il nome in codice che l’Unità 731 dell’Armata Imperiale Giapponese usava per indicare gli esperimenti umani fatti nel corso della seconda guerra sino-giapponese, conflitto combattuto dai due paesi asiatici prima e durante la Seconda Guerra Mondiale, dal 1937 al 1945.

A seguito delle veementi proteste cinesi, che avevano portato Pechino a bannare totalmente My Hero Academia su tutto il territorio nazionale, sia Shueisha (casa editrice del manga) sia il creatore Kohei Horikoshi si sono scusati pubblicamente per qualsiasi offesa causata dal nome, con Horikoshi che però ha insistito nello spiegare come la somiglianza fosse del tutto casuale, dato che l’intento del mangaka era semplicemente quello di dare al personaggio in questione (un uomo basso, tarchiato e corpulento) un nome che evocasse un’immagine di rotondità e che si legasse in qualche modo a “Shigaraki”, un altro villain di My Hero Academia che lo scienziato idolatra.

Leggi anche: Chi sono i migliori personaggi di My Hero Academia

Shueisha e Horikoshi, oltre alle scuse ufficiali, avevano promesso che il nome di Maruta Shiga sarebbe stato cambiato, con il personaggio prontamente ribattezzato Kyudai Garaki che, in meno di una settimana, è apparso con il nuovo nome in tutte le versioni digitali del manga.

Tuttavia, sembra che il nuovo nome sia nuovamente finito al centro di nuove polemiche che stanno montando con sempre più forza e che potrebbero abbattersi su Shueisha e Horikoshi in maniera ancora peggiore rispetto al recente passato, aprendo a ipotetici subdoli “sbeffeggiamenti” da parte di casa editrice e artista.

Infatti, come evidenziato dall’utente Twitter @lTfC8qI4PATLiaC, il nome di Kyudai è pronunciato proprio come “Kyudai”, abbreviazione comunemente usata per Kyushu Daigaku, ovvero Kyushu University.

Situata nella città di Fukuoka, la Kyushu University è una delle più antiche università del Giappone, oltre a essere un ateneo fra i più rinomati del paese nel campo della medicina, ma è stata anche sede di quelli che sono noti in giapponese come “esperimenti di dissezione dal vivo della Kyushu University” (Kyushu Daigaku Seitai Kaihou Jiken) che ebbero luogo nel 1945.

Il 5 maggio di quell’anno, un aereo americano B-29 Superfortress stava tornando da un bombardamento su un aeroporto vicino a Fukuoka quando fu intercettato e abbattuto da un aereo da combattimento giapponese. Dei 12 membri dell’equipaggio del B-29, nove furono catturati, e otto di essi inviati come prigionieri di guerra al dipartimento medico dell’Università di Kyushu (allora conosciuta come Università Imperiale del Kyushu) per essere usati come cavie umane, con nessuno degli otto aviatori USA sarebbe sopravvissuto ai barbari esperimenti.

Questo nuovo collegamento linguistico sul nuovo nome di un personaggio che ha appena abbandonato un appellativo “scomodo” e che, guarda caso, faceva sempre riferimento a esperimenti, potrebbe essere una coincidenza, ma sta di fatti che si tratta di una nuova gatta da pelare per Shueisha e Hotikoshi, i quali dovranno fornire nuove convincenti spiegazioni circa la scelta dal nuovo nome che, secondo Caleb Cook (il traduttore inglese di My Hero Academia), avrebbe una sua logica senza “sinistri” significati nascosti.

Kyudai (球 大) = palla + grande (seguendo la logica di “rotondo + grasso”)

Garaki (殻 木) = buccia + albero (fine di Shigaraki, invece dell’inizio. Inoltre, l’elemento “legno” viene preservato attraverso la parola “albero”)

Fonte: SoraNews24

...e questo?
Paper Girls 6: Recensione del sesto e ultimo volume della saga creata da Brian K. Vaughan e Cliff Chiang