Vampiri la Masquerade Quinta Edizione – Camarilla: Recensione

Vampiri la Masquerade Camarilla

Camarilla è il nuovo sourcebook uscito per Vampiri la Masquerade Quinta Edizione, un manuale che amplia e approfondisce gli aspetti dell’ambientazione del gioco.

Vampiri, popolare GdR la cui Quinta Edizione è stata edita in italiano grazie a Need Games!, svela così nuovi e più torbidi segreti.

La recensione di Camarilla, nuovo manuale del popolare gioco di ruolo Vampiri la Masquerade Quinta Edizione

Camarilla, uscito insieme al volume gemello Anarchici, segna (speriamo!) l’inizio di una serie di nuovi volumi di approfondimento di uno dei GdR più amati di sempre, Vampiri la Masquerade. Camarilla e Anarchici, usciti a fine settembre 2019, sono i primi e più ovvi step per meglio scandagliare la lore del gioco al cui interno i vampiri si dividono in due diverse sette, per l’appunto Anarchici e Camarilla.

Per regnare, dovete diventare esattamente ciò che temete di più: il mostro che vi terrorizza. Solo quando conoscerete pienamente le vostre paure potrete dominarle e scatenarle sui vostri avversari.

Il manuale, che potete trovare QUI, è pensato per essere un valido approfondimento sulla storia della Camarilla nelle notti moderne. Per fare questo, il volume sfrutta il seguente espediente narrativo: Victoria Ash, importante Toreador, lascia degli scritti e documenti al suo infante per far sì che egli sia consapevole e informato riguardo cosa significhi essere un vampiro affiliato alla Camarilla.

Da ciò, il manuale tratta di molti e interessanti argomenti: a partire dall’analisi del vertice e delle cariche della setta, fino alla Seconda Inquisizione, passando per un approfondimento dei più famosi principati in Europa e America, fino a una descrizione dei clan giocabili.

Camarilla è impostato, come sapranno bene gli appassionati di questo gioco di ruolo, come una raccolta di documenti di varia natura: impressioni di Fratelli e umani, reportage, documenti ufficiali e lettere private, tutti da parte di soggetti di volta in volta differenti. Questo metodo, lungi dall’essere confusionario, crea una narrazione particolare fatta di tanti punti di vista e sempre molteplice, che è un po’ il marchio di fabbrica e lo stile di scrittura dei manuali di Vampiri la Masquerade.

Vampiri la Masquerade Camarilla

Novità e tradizioni della Camarilla

Il manuale è un compendio che ci spiega struttura, valori e tendenze della Camarilla delle notti moderne. Storie e situazioni del volume sono un perfetto filo conduttore tra quello che la setta era prima della Seconda Inquisizione e quello che è ora.

A livello di lore, le modifiche alla struttura della Camarilla sono una conseguenza di quello che accade nel Mondo di Tenebra, in particolare ciò che riguarda più da vicino i Cainiti. Questo è uno degli elementi davvero apprezzabili di continuazione tra la “vecchia” e la nuova ambientazione di Vampiri Quinta Edizione: la Camarilla non subisce drastici mutamenti ma, come ha sempre fatto, si adatta in conseguenza a quello che succede nel mondo degli umani. D’altronde, come potrebbe essere diversamente per una setta conservatrice di immortali?

Nel volume ci sono diversi aspetti interessanti che vengono analizzati, alcuni dei quali sono delle vere e proprie novità introdotte per questa Quinta Edizione. Ho trovato davvero molto stimolante la questione riguardante la Fede nella Camarilla: in questo periodo di incertezza, in cui i vampiri vengono braccati dagli umani, molti tra i Cainiti cercano di aggrapparsi a differenti tipi di fede religiosa o culti (non vado più nel dettaglio per noi spoilerare troppo). Un elemento che crea tantissimi spunti di gioco e delle caratterizzazioni in più per personaggi giocanti e PNG. Sempre parlando di prassi sepolte nei secoli che diventano però attuali con l’arrivo della Seconda Inquisizione alle porte, si inserisce il recupero di pratiche antiche della tradizione vampirica che erano ormai state dimenticate, come ad esempio il Matrimonio di Sangue.

Larga importanza viene anche data ai rapporti tra Occidente e Oriente. Quest’ultimo ha ora un suo ruolo ben preciso e una situazione che, seppur caotica e violenta, viene descritta molto bene nel manuale, tanto che sarebbe possibile (e interessante!) ambientare una completa campagna di gioco in Medio Oriente.

Proprio in quest’ambito vi è l’unica vera novità a livello sia di ambientazione che di regolamento del manuale di Camarilla: l’introduzione del nuovo clan giocabile dei Banu Haqim. Qualcuno ha detto Assamiti? Ebbene sì, gli Assamiti delle passate edizioni di Vampiri non sono scomparsi bensì sono ritornati nella V5 come Banu Haqim, clan dalle tinte orientaleggianti ma mai come in queste notti radicati in modo profondo in tutti i principati del mondo.

Interessante il fatto che ora i Banu Haquim non siano semplicemente giustizieri assetati di sangue: nel manuale la loro figura diventa, se possibile, ancora più complessa rispetto al passato e assumono il ruolo di Giudici e garanti delle leggi. Il nuovo clan viene approfondito esattamente come tutti gli altri presenti già nel manuale base del gioco, quindi troverete Archetipi, Compulsioni e la lista delle Discipline (Oscurazione, Stregoneria del Sangue e Velocità).

“Fratelli”, che splendida parola

Come già ricordato, Camarilla per Vampiri la Masquerade Quinta Edizione è un compendio che esplora più a fondo una delle sette di vampiri giocabili del GdR: la Camarilla. Il volume, che si compone come una raccolta di documenti che spiegano come è formata e come si comporta la setta, contiene anche i Banu Haquim, nuovo clan giocabile non disponibile nel manuale base.

Di fronte a questo tipo di volumi la domanda di noi giocatori di ruolo è sempre la stessa: vale la pena procurarsi anche questo manuale? Ebbene, in questo caso la mia risposta è: assolutamente sì.

Camarilla è un’ottima lettura di approfondimento per diversi aspetti del gioco se avete intenzione di iniziare una nuova campagna. Infatti, una delle critiche che è stata fatta al Manuale Base era quella di esplorare poco la lore del gioco. Camarilla va per l’appunto ad aggiungere dove il manuale base di Vampiri era stato un po’ parco di informazioni.

Il mio parere è che il libro sia tanto più utile quanto meno avete esperienza del Mondo di Tenebra e di Vampiri. Chi ha già giocato in passato, infatti, già col Manuale Base uscito allo scorso Modena Play, avrà sufficienti informazioni per gestire una nuova campagna di gioco senza problemi, cosa che può risultare un po’ più ostica se siete agli inizi col Mondo di Tenebra. Mi pare che questo problema sia stato completamente risolto con Camarilla.

Non solo. Vampiri ha l’innegabile pregio di avere una storia e ambientazione molto conosciuta nel mondo dei giochi di ruolo e che è stata ripresa anche nella letteratura e nel mondo dei videogiochi. Una lore stimolante e che si è arricchita di sempre più dettagli nel corso degli anni e delle edizioni.

Se, come me, siete appassionati dell’ambientazione del gioco, allora la lettura di Camarilla diventa quasi obbligatoria, perché in grado di farvi vivere e respirare le nuove sfide, le difficoltà e la bellezza dell’ambientazione di Vampiri la Masquerade Quinta Edizione.

Vampiri la Masquerade 5a Edizione - Camarilla
Camarilla è un'ottima lettura di approfondimento per diversi aspetti del gioco se avete intenzione di iniziare una nuova campagna di Vampiri la Masquerade 5a Edizione. Anzi, il libro è tanto più utile quanto meno avete esperienza del Mondo di Tenebra e di Vampiri. Un manuale in grado di farvi vivere e respirare le nuove sfide, le difficoltà e la bellezza della nuova ambientazione di Vampiri la Masquerade.
Pro
Approfondimento che riempie alcuni "buchi" lasciati dal manuale base
Fornisce molti spunti di gioco
Contro
Volume tanto importante da diventare quasi obbligatorio (es. Banu Haquim)
Poche regole aggiuntive
9
Voto Finale
Acquista su...
Leggiamo altro?
cluedo dungeons & dragons
Disponibile un nuovo Cluedo a tema Dungeons & Dragons!
>