Go Go Monster jpop manga

Go Go Monster: J-POP Manga ci regala il poetico racconto di Tayo Matsumoto

Grazie a J-POP Manga il 17 luglio prossimo arriva, in libreria e fumetteria, Go Go Monster di Tayo Matsumoto, volume in formato 15×21 da 560 pagine in banco e nero a 15,00 euro.

J-POP Manga annuncia l’uscita di Go Go Monster, il poetico e toccante racconto di Tayo Matsumoto, disponibile dal 17 luglio

Si tratta di un racconto poetico e toccante dal disegno sincero e il tratto europeo, la storia di due bambini sensibili tra emarginazione e crescita.

Yuki Tachibana, nove anni, vive in due mondi.

In uno e un bimbo solitario, preso in giro dai compagni di classe e rimproverato dagli insegnanti perché racconta storie di esseri soprannaturali che solo lui puòvedere.

Nell’altro, invece, gli esseri che lui vede competono per il potere con spiriti malvagi, portando caos nella scuola, nelle vite degli studenti e nella stessa natura.

I suoi unici amici sono il gentile custode della scuola, un nuovo studente di nome Makoto Suzuki a cui è stato assegnato il banco accanto a Yuki e un ragazzo dal nome enigmatico IQ, che indossa sempre una maschera per nascondere il viso.

Questi poetici protagonisti di Go Go Monster sono nati dalla fantasia del Maestro Taiyo Matsumoto (autore tra gli altri di Sunny, Tekkon Kinkreet).

Matsumoto, nell’intervista esclusiva rilasciata per i lettori italiani e pubblicata a fine volume, ha parlato delle difficoltà di talune persone particolari a rapportarsi con il mondo che le circonda:

Le persone speciali (sia che si distinguano in positivo che in negativo) riscontrano difficoltànel sintonizzarsi con chi sta loro accanto, il che può anche comportare sofferenze.

Il modo in cui i bambini esprimono le proprie emozioni èsempre originale e varia incredibilmente da persona a persona. Il che è, a mio avviso, interessante.

I bambini dei miei manga in alcune occasioni possono essere crudeli, ma il mio obiettivo quando li disegno èche sembrino sempre naturali.

Go Go Monster ha rappresentato anche una sfida per il sensei, come ammesso dallo stesso mangaka:

Prima di Go Go Monster, tutti i miei manga erano usciti a episodi su rivista, il che mi portava, entro un certo limite, a sviluppare la vicenda anche sulla base delle reazioni dei lettori.

Realizzare pagine senza questi feedback è stato molto più complicato di quanto non avessi immaginato.

Nel rileggere quanto scritto, mi veniva sempre voglia di modificarlo, e proprio i vari interventi mi hanno costretto a impiegare molto più tempo di quanto avessi preventivato per il completamento dell’opera.

Chi è Tayo Matsumoto

Nato nel 1967 a Tokyo, dopo aver coltivato la speranza di diventare un calciatore professionista, Matsumoto esordisce nel mondo del manga e si fa notare vincendo il Comic Open Contest. In seguito passa un lungo periodo in Francia che sarà fondamentale per la maturazione del suo stile eclettico nel panorama del manga.

Le sue opere hanno riscosso premi e riconoscimenti in Giappone (sulla sua bacheca un Tezuka Osamu Cultural Prize e uno Shogakukan Manga Award) come nel resto del mondo: Tekkon Kinkreet ha vinto il Premio Eisner (l’Oscar del fumetto) come miglior fumetto straniero, mentre per due volte si è classificato tra i finalisti dell’Angoulême International Comics Festival.

Nel 2015 la serie Sunny gli è valsa un Gran Guinigi alla cinquantesima edizione di Lucca Comics & Games e l’attenzione della stampa di settore e generalista.

L’autore si distingue grazie al tratto particolare: la cosa che subito salta all’occhio è che non usa i retini come la maggior parte degli altri mangaka. I suoi disegni sono semplici ma allo stesso tempo realistici, creando tavole che rimangono impresse nella mente.

Le sue opere partono dall’esperienza personale: il maestro, per esempio, ha vissuto parte della sua infanzia in una casa famiglia, sfondo delle vicende di Sunny.

In occasione di Lucca Comics & Games 2017 le tavole originali del sensei, ospite della casa editrice, sono state esposte negli spazi del Palazzo Reale della città.

La mostra Love is all you need, è stata poi allestita al WOW Spazio Fumetto di Milano. L’esposizione èla prima personale di un mangaka ospitata dalla citta di Milano.

La monografica conta cinquanta tavole originali scelte tra Sunny e Tekkon kinkreet, tutte selezionate per circoscrivere la delicata arte del maestro: fotografie in inchiostro e matita di un universo che vede con gli occhi dei bambini, nasce anche per gli adulti e vive grazie ai momenti di esistenza quotidiana.

Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed
Leggiamo altro?
Le ali della strige: avventura solitaria per Dragonero – Recensione