35enne spende oltre 15000 euro per sposare una bambola della popstar virtuale Hatsune Miku

Altro che tomba dell’amore, per il giapponese Akihiko Kondo il matrimonio è il coronamento di un sentimento imperituro, il modo migliore per consacrare il proprio cuore… ad una bambola di peluche!

Akihiko Kondo, fan di Hatsune Miku, ha speso oltre 15000 euro per organizzare un matrimonio durante il quale ha sposato una bambola con le fattezze della star virtuale

In realtà il 35enne otaku ha dichiarato eterno amore al personaggio di Hatsune Miku portando però all’altare, in una vera cerimonia con tanto di invitati, un pupazzo con le sembianze della popstar virtuale dai capelli azzurri (una vocaloid per l’esattezza), rappresentata da un ologramma la cui voce è prodotta dal sintetizzatore vocale sviluppato dalla Crypton Future Media, una software house giapponese.

Non pensate, però, che si tratti di una delle solite bizzarrìe giapponesi avvenute in un negozio di manga, durante una convention di cosplay o nell’intimità della propria abitazione, perché i due innamorati (anche se in realtà qui il sentimento è sfacciatamente unilaterale) sono stati protagonisti di un matrimonio in piena regola con tanto di anelli, celebrato presso la “Le Crit Amore”, una cappella nel centro di Tokyo, e per il quale sono stati spesi 17.700 dollari (circa 15.600 euro).

Un amore reale per una sposa virtuale

Il 4 novembre scorso, a festeggiare insieme all’emozionato Akihiko e alla sua bellissima sposa dai capelli turchini, sono intervenute anche una quarantina di persone, tutti amici dello sposo e fan della nuova signora Kondo che hanno fatto veri regali alla coppia, anche in denaro, cosa che ha permesso allo sposo di rientrare in parte delle spese sostenute per il matrimonio.

Questo testimonia che il giovane, pur essendo innamorato di una idol virtuale, ha comunque una vita reale e amici in carne e ossa testimoni di un amore vero e duraturo, come ammesso dello stesso Akihiko:

Sono innamorato da molti anni del concetto stesso di Hatsune Miku, ma ho sposato il pupazzo che ho a casa.

È passata una settimana da quando Miku e io ci siamo sposati.

I miei sentimenti per lei sono diventati più forti che mai, e mi sento più motivato sia nel mio lavoro che nella vita quotidiana.

Mi sento come se dovessi davvero fare del mio meglio, per amore di Miku.

Oltre agli invitati al matrimonio, che hanno brindato agli sposi e mangiato anche una squisita torta nuziale, la cerimonia è stata seguita via Twitter da numerosissimi fan di Hatsune Miku anche se, piccola nota dolente, alle nozze non ha partecipato la madre di Akihiko Kondo che si è rifiutata di prendere parte a quello che, secondo la donna, è qualcosa per cui non c’è nulla da festeggiare.

Tuttavia, anche se il matrimonio non ha nessun valore legale, Akihiko e Miku hanno ricevuto un vero certificato di matrimonio da Gatebox, l’azienda che produce il sintetizzatore che “genera” la voce della popstar virtuale, cosa che fa della mamma dello sposo, suo malgrado, la suocera di una nuora che non c’è ma che ha rapito per l’eternità il cuore del proprio figliolo.

Auguri agli sposi!

Commenti
Caricamento...