Sentinels of the Multiverse, il card game dei supereroi

sentinels of the multiverse cover

Sentinels of the Multiverse è un titolo che gli appassionati di giochi di carte ben conoscono. Nato nel 2011 dalla mente di Christopher Badell, Paul Bender e Adam Rebottaro, Sentinel of the Multiverse unisce le dinamiche di una tradizionale card game con il fascino del mondo dei supereroi, andando a offrire un interessante variazione sul tema.

Sentinels of the Multiverse, dalle carte agli schermi dei pc la battaglia per l’universo non conosce tregua!

Dopo il successo fisico, Sentinels of the Multiverse si è spostato nel mondo digitale, sbarcando su Steam nel lontano 2014, pronto a portare le battaglie di metaumani e supercattivi sui nostri schermi. Firmato da Handelabra Games Inc., questa trasposizione ha il compito di soddisfare i giocatori puntando non solo sulla gestione dell’interazione tra le carte, ma anche creando un filo narrativo che ci spinga a proseguire nel gioco.

Bisogna ammettere che Sentinelssentinels of the multiverse 1 of the Universe non vuole esser un gioco di facile approccio, ma vuole rivolgersi ad un pubblico di esperti giocatori che siano avvezzi a certe dinamiche. A testimoniare questa natura del gioco, è anche il modo in cui è stato realizzato il tutorial.

Solitamente questo primo ingresso nel mondo di gioco dovrebbe fornire uno sguardo abbastanza completo a ciò che affronteremo. Nel caso di Sentinels of the Universe, siamo di fronte ad un tutorial fin troppo basilare, che non consente ai neofiti di potersi allenare a dovere prima di affrontare degli scontri seri.

Questo approccio soft al tutorial, spesso visto come un elemento snervante, è da un lato gradevole per chi preferisce un addestramento rapido, ma lascia che fin troppe delle dinamiche e delle necessarie abilità dei giocatori poco approfondite e curare, mandando gli inesperti ad affrontare i villain non pienamente preparati. Ma d’altronde, non è questo uno degli aspetti dell’esser supereroe?

Tolto questo dettaglio, la profondità del gameplay di Sentinels of the Multiverse è una vera chicca. La varietà di poteri messi in mano ai diversi eroi e la loro buona integrazione in dinamiche di gruppo è una gradevole trasposizione di un’azione da supergruppo dei fumetti. Tatticamente, questo stile di combattimento è avvicente e coinvolge i giocatori, permettendo di studiare delle tattiche che ben si sposano con la dinamica di un card game cartaceo.

Ovviamente, nel passaggio al digitale, era necessario dare una nuova vese grafica che adattasse lo spirito di Sentinels of the Multiverse al nuovo media. Da un prodotto a base di supereroi ci si aspetterebbe un taglio curato e in linea con l’immaginario nutrito anche da prodotti simili. Per fare un esempio, un concorrente come Faeria ha saputo trasporre anche graficamente una personalità fantasy varia e mai banale. Peccato che Handelabra Games Inc. non abbia avuto la lungimiranza di curare con maggior attenzione questo fondamentale aspetto.

Nonostante un buon disegno dei personaggi, l’interfaccia di gioco sembra costruita in modo sbrigativo, fatta per simulare le pagine di un comics americano, ma con risultati tutt’altro che incoraggiando. Giocando Sentinels of the Universe è inizialmente complesso resistere alla tentazione di farsi tradire da questo impatto grafico deludente, in cui le animazioni e le realizzazioni degli sfondi sono dozzinali e decisamente di scarsa qualità.

Può questo aspetto condannare un intero gioco? Dipende. Considerando che il gameplay non è direttamente legato alla resa grafica di Sentinels of the Multiverse una simile mancanza non priva il titolo della sua validità, ma potrebbe scoraggiare chi voglia godere anche di una buona realizzazione grafica per godersi una buona visione dei supereroi e delle loro avventure.

Sentinel of the Multiverse, al netto di pregi e difetti, rimane un interessante gioco dedicato agli appassionati di giochi di carte, a patto che non siano maniaci della grafica. Per tutti gli altri, è tempo di indossare la maschera e portare la giustizia nell’universo!

Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed
Leggiamo altro?
meglio di noi 3
Meglio di noi: la fantascienza russa arriva su Netflix – Recensione