Warhammer: Vermintide 2 – Recensione

Negli ultimi anni i titoli cooperativi sono diventati una presenza familiare nel panorama videoludico. Ricordo ancora con gioia le prime partite a Left for Dead, una voglia di sfidare i nemici al fianco di fedeli amici, reali o virtuali, che mi coprivano le spalle dai non morti. Questa stessa sensazione è tornata a farsi sentire prepotentemente in questi giorni su Steam con Warhammer: Vermintide 2.

L’ambientazione di Warhammer era già stata protagonista di un precedente capitolo, ma per il seguito gli sviluppatori di Fatshark hanno deciso di spingersi oltre, realizzando una delle migliori conversioni videoludiche del mondo di Games Workshop.

Warhammer: Vermintide 2 ci riporta a combattere gli skaven durante la Fine dei Tempi

Dopo esserci cimentati come generali in Total War: Warhammer 2, tornare a vestire i panni degli avventurieri nell’oscura epoca dalla Fine dei Tempi è un’esperienza che va assolutamente fatta.

Il precedente Vermintide mi aveva piacevolmente sorpreso, mostrando come i ragazzi di Fatshark avessero bene in mente i punti salienti dell’ambientazione, oltre a come gestire al meglio l’aspetto più ludico del loro lavoro.

warhammer: vermintide 2 1

Le aspettative per Warhammer: Vermintide 2 non potevano, quindi, che esser decisamente alte. Quello che mi è piaciuto particolarmente è il breve tutorial che si presenta come un tassello della storia della Fine dei Tempi.

In questo breve siparietto di fuga da una prigione Skaven, avremo modo di familiarizzare con i comandi del nostro eroe, oltre a conoscere uno dei nostri bellicosi compagni d’avventura.

Il cuore di Warhammer: Vermintide 2 è, ovviamente, la lobby, la sala d’attesa in cui ci ritroveremo ad attendere i nostri compagni di viaggio. All’interno di questa fortezza avremo modo di scegliere l’eroe da usare, equipaggiarlo e creare nuove armi e armature per aumentare la nostra forza.

Warhammer: Vermintide 2 presenta degli eroi incredibilmente carismatici

Il roster di personaggi disponibili non è dei più ampi: cacciatore di streghe, mago del fuoco e mercenario per gli umani, nano ranger e elfo guardiano dei sentieri. Queste classi vengono potenziate con l’aumento del livello dei nostri primi alter ego, sbloccando nuove specializzazioni.

Le migliorie disponibili per ogni personaggio sono due, creando una sorta di classi di prestigio che rendono il nostro eroe ancora più forte e , ammettiamolo, carismatico.

Scegliere un eroe non è solo un fattore puramente estetico, ma si ripercuote anche nello stile di gioco e nelle abilità passive che sfoggeremo in gioco.

warhammer: vermintide 2 3

Ad esempio, il mago del fuoco è piuttosto debole nel corpo, ma quando sprigiona la potenza della sua magia diventa letale sulla lunga distanza. Per mio gusto, il più versatile è il Cacciatore di Streghe, che se bene armato può esser una spina nel fianco anche per i gruppi di nemici più numerosi.

Ma non sempre sarà possibile usare la nostra classe preferita, presa già da qualche giocatore della squadra. Poter disporre di validi sostituti diventa essenziale, spingendoci a sbloccare quante più specializzazioni possibili. Personalmente, odio quando non posso usare il mio fido Cacciatore di Streghe, ma in alternativa un nano sventratore mi dona uguale sollazzo!

Warhammer: Vermintide 2 mette a nostra disposizione un arsenale impressionante!

Warhammer: Vermintide 2 ha dalla sua uno degli arsenali più variegati e letali che io abbia mai visto. La varietà di armi bianche e armi da fuoco (sparare a un cultista è stupendo!) è impressionante, dagli stocchi alla asce, dalle pistole a colpo singolo alle mitragliette, la scelta è incredibile.

Ed è ancora più appassionante il sistema di crafting, che, smontando gli oggetti obsoleti, ci consente di utilizzare le risorse per creare armi e armature sempre più performanti.

A tal proposito, sono fondamentali i loot di fine match.

In questi scrigni possiamo trovare equipaggiamenti e armi decisamente interessanti, oppure recuperare dell’equipaggiamento di poco conto che finirà nella fornace per diventare materiale per il crafting.

warhammer vermintide 2 4

Tenete presente che non tutti gli scrigni sono uguali! In alcuni casi, recuperando dei particolari manufatti, si ottengono dei bonus in fase di loot. Ma si sa, nessuna buona azione rimane impunita, quindi per aver i loot migliori bisogna aumentare il rischio!

Ecco quindi la necessità di recuperare i Grimori, tomi di conoscenze oscure che durante la partita infliggono al party dei malus, ma quando, o meglio se, si arriva alla spartizione del bottino offrono ricche soddisfazioni!

Nonostante dalla schermata dell’equipaggiamento ci venga fornito un valore numerico che indica la nostra Forza, non abbiamo una schermata riepilogativa che specifichi le nostre stats.

Warhammer: Vermitide 2 è frenetico, adrenalinico

Onestamente non è una grande assenza, ma a scopo puramente informativo mi sarebbe piaciuto vedere il mutare delle statistiche.

Sembra una mancanza che penalizza anche quanto di buono fatto da Fatshark, specialmente se consideriamo la cura con cui stati ideati e realizzati i bonus e i talenti che entrano in gioco in Warhammer: Vermintide 2.

Ma poi siamo onesti, alla fin fine quando si inizia a combattere, l’adrenalina e la frenesia di Warhammer: Vermintide 2 prendono il sopravvento.

warhammer: vermintide 2 1

Se già il precedente capitolo aveva saputo creare una buona componente di coinvolgimento di Warhammer, con questa seconda avventura Fatshark ha saputo fare ancora di meglio.

La varietà dei nemici è molto più marcata, tanto che affronteremo Skaven ed umani votati al Chaos, ma è la presenza di boss ed eroi avversari che rende le battaglie ancora più appassionanti.

In alcuni punti la presenza di nemici particolarmente ostici ricorda molto l’impostazione del citato Left for Dead, tanto che questi avversari speciali ricalcano fedelmente i più letali zombie del gioco di Valve.

Ma anche all’interno dei gruppi più numerosi di marmaglia si trovano dei nemici da non sottovalutare. In più occasioni mi è capitato di falciare cultisti come se niente fosse, solo per trovarmi davanti un Campione del Chaos pronto a decapitarmi.

Quando si incontrano questi colossi in armatura, il gioco di squadra diventa importante, vi lascio immaginare quando veniamo presi di mira dalla Progenie del Chaos o siamo bersagli dei mitraglieri Skaven!

Nemici, armi e mosse, tutto in Warhammer: Vermintide 2 è studiato alla perfezione!

Fortunatamente possiamo tenere a bada queste ondate di nemici grazie alla nostra abilità speciale e all’uso di esplosivi, anche se non disdegnerei la cara, vecchia parata. In certi momenti particolarmente tesi, fermare il colpo nemico ci consente non solo di difenderci, ma anche di far vacillare il nemico, consentendoci di infliggere colpi mortali.

Fate solo attenzione a non farvi distrarre dalla grafica mozzafiato di Warhammer: Vermintide 2, perché i nemici non perdonano. La costruzione del mondo di gioco è davvero maestrosa, specialmente dal punto di vista architettonico; alcune mappe sono semplicemente stupende, con il classico stile gotico di Warhammer in bella mostra.

Il motore grafico di Warhammer: Vermintide 2 consente ai nostri personaggi di lanciarsi in animazioni fluide, sfrenate, che riescono a trasmettere in pieno lo spirito frenetico del titolo. Anche i nemici reagiscono in modo naturale alla battaglia, con movenze che mostrano un’attenta ideazione della fisica dei corpi, che si adegua in base alla tipologia di colpo inferto.

Warhammer: Vermintide 2 si rivela una piacevole riconferma dell’ottimo lavoro di Fatshark, che riesce nuovamente a creare un’esperienza perfetta della Fine dei Tempi. E ora scusata, ma il mio Cacciatore di Streghe mi sta ricordando che gli eretici non si arrendono mai, è tempo di punire!

82%

Warhammer: Vermintide 2

Warhammer: Vermintide 2 supera il buon lavoro del precedente capitolo, offrendo adrenalina e violenza miste a divertimento. Eroi ben ideati, un arsenale particolarmente vario e nemici feroci sono gli ingredienti di uno dei migliori giochi coop attualmente in circolazione.

  • Rispetto dell'ambientazione inequivocabile
  • Caratterizzazione di personaggi e nemici perfetta
  • Giocabilità impeccabile e varia
  • Grafica superlativa
  • Partite sempre disponibili
Potrebbe piacerti anche