Need For Speed Payback: EA cambia il sistema di progressione!

need for speed payback cover

Need for Speed Payback cambia il sistema di progressione per evitare microtransazioni

Questa settimana, l’attenzione dei videogiocatori si è concentrata su Star Wars Battlefront 2 ed il suo controverso sistema di microtransazioni, che ha contrariato non poco la community di giocatori. Questo approccio non proprio apprezzato pare abbia spinto EA a rivalutare il sistema di progressione di un suo altro titolo: Need for Speed Payback.

Già in predecenza, Need for Speed Payback è stato criticato da diverse parti, con una particolare attenzione al sistema di progressione, accusato di richiedere troppo tempo per sbloccare nuove auto e nuovi updgrade, invogliando i giocatori a rivolgersi al mercato delle microtransazioni spendendo moneta reale.

need-for-speed-payback

Queste lamentele su Need for Speed Payback e la recente situazione di Star Wars Battlefront 2 hanno portato EA ad apportare dei radicali cambiamenti  sulla progressione nel titolo a base di inseguimenti, come annunciato in quest post subreddit:

  • Aumento di REP guadagnata prendendo parte agli eventi
  • Aumento di denaro guadagnato prendendo parte agli eventi
  • Bait Crates ora ricompensano con maggiore REP
  • Bait Crates ore ricompensano con maggiore denaro
  • Gareggiare contro un Roaming Racer ricompensa con maggiore REP
  • Gareggiare contro un Roaminga Racer ricompensa con maggiore denaro
  • Air Suspension ora appariranno più frequentmente con i Rifornimenti
  • Lievemente aumente REP e denaro nel terminare un evento anche oltre il primo posto

Questi cambiamenti si uniscono a quelli effettuati per ridurre il tempo tra i rifornimenti di parti nei negozi di tuning, e aumentate le parti ricompensa nelle speedlist. Gli sviluppatori promettono futuri cambiamenti per modificare i negozi di tune-up, assicurandosi che offrano migliori equipaggiamenti.

Leggiamo altro?
Con Death Stranding per salvare i paesi perduti d’Italia: parte l’iniziativa “I Connectors”
>