Inhumans: qualcosa di inumano viene da questa parte. Recensione quinto episodio

Inhumans
MARVEL'S INHUMANS - "Something Inhuman This Way Comes" - On the run from Auran's forces, Black Bolt and Medusa reluctantly work with Louise to help locate the rest of their family. Back on Attilan, Maximus' actions change the game completely, on an all-new episode of "Marvel's Inhumans," airing FRIDAY, OCTOBER 20 (9:00-10:00 p.m. EDT), on The ABC Television Network. (ABC/Karen Neal) ANSON MOUNT, SERINDA SWAN

Andato in onda su FOX il quinto episodio della serie Marvel Inhumans conferma tutti i difetti di uno show senza presente e nemmeno futuro

La famiglia reale degli Inumani si è finalmente riunita e, dalle Hawaii, si prepara a riprendersi il posto che le spetta ad Attilan.

In maniera molto sintettica si potrebbe riassumere così l’ultimo episodio di Inhumans, la serie Marvel e ABC trasmessa in Italia da FOX, un episodio che nuovamente si presenta con poche luci e tante (ora sono davvero troppe) ombre che lascia ancora un ultimo, quasi totalmente irreale, briciolo di speranza nel cuore dei più illusi come me di vedere un giorno questa serie esplodere ai livelli che le spetterebbero.

Purtroppo, a tre episodi dalla fine della prima stagione, è giunto forse il caso di incominciare a rassegnarci a considerare Inhumans un’occasione mancata.

Inhumans: Qualcosa di Inumano viene da questa parte

Ma andiamo con ordine.

Il quinto episodio di Inhumans, “Qualcosa di Inumano viene da questa parte”, si presenta come un momento di passaggio tra lo smarrimento che aveva visto la famiglia reale dispersa e perseguitata nelle Hawaii, alla riscossa degli ex sovrani di Attilan che si riuniscono e trovano la forza di incominciare a pensare ad un modo per fermare Maximus.

L’episodio è anche l’occasione per approfondire alcuni dei personaggi secondari della serie come Karnak e Gorgon, dato che la puntata si apre infatti proprio con il razionale Karank che, tra le braccia della giovane trafficante sta imparando a convivere con nuovi sentimenti ed emozioni.

Era già chiaro da tempo quanto questa relazione stoni con il carattere di colui che dovrebbe essere il saggio consigliere del re, ma vista la piega che ha ormai ha preso il personaggio di Karnak in questa serie TV, non resta che accettarla come una delle tante “particolarità” che non ahhno funzionate nello show.

Comunque è proprio a causa di questa relazione che vediamo finalmente Karnak di nuovo in azione, infatti davanti alla minaccia di vedere sé stesso e la sua compagna vittime del socio geloso di lei prima, e dei signori della droga poi, riaffiorano i vecchi istinti dello stratega combattente, regalandoci delle buone scene di combattimento (ammetto, mi sono quasi emozionato nel vedere Karnak deviare un proiettile con una mano).

Certo siamo ancora lontani dal vero potere di Karnak, del quale pure avevamo avuto un assaggio durante il primo episodio, ma in una serie TV su esseri con superpoteri priva di poteri, bisogna anche sapersi accontentare.

Alcuni flashback ci fanno poi approfondire il rapporto tra Karnak e Gorgon dando spessore ai personaggi e spiegandoci come il primo si senta responsabile del secondo, tanto forte quanto ingenuo e inconsapevole delle conseguenze delle sue azioni.

Questo aseptto verrà completamente ribaltato quando Gorgon salverà l’amico dalle mani dei signori della droga usando il suo potere (finalmente un potere! ma non abituatevi troppo).

Ben presto i due inumani e la giovane trafficante, rimasta ferita negli scontri, verranno presto raggiunti anche da Freccia Nera e Medusa che si erano messi sulle loro tracce insieme a Louise a alla inumana Locus, al servizio di Maximus e ora loro prigioniera.

Il re e la regina si confermano come una coppia ben assortita, con la saggezza e riservatezza di Freccia Nera ben equilibrati dall’aspra forza e protettiva durezza di Medusa, che continua essere il personaggio più credibile di tutta la serie anche grazie all’ottima interpretazione di Serinda Swan.

Interessante è anche osservare come in questo episodio di Inhumans per la prima volta la coppia reale sia costretta ad interrogarsi sul perchè Maximus sia riuscito ad accativarsi il favore di molti degli abitanti di Attilan e se ci sia effettivamente qualcosa che loro stessi avrebbero potuto fare per migliorare la società degli inumani.

Nuovamente l’esilio forzato sulla Terra si rivela essere per i membri della famiglia reale un’occasione per un viaggio dentro sé stessi che inevitabilmente cambierà il futuro della loro razza.

Solo Crystal non riesce a ricongiungersi al resto della famiglia reale, ma la rapida guarigione di Lockjaw, che recupera anche il suo potere di teletrasporto, lascia presupporre che non bisognerà aspettare ancora molto.

Nell’attesa la sorella di Medusa resta in compagnia del biondo Dave che le insegna a vivere lo spirito spensierato delle Hawaii, dando vita ad una scena alquanto surreale considerando la drammaticità della situazione che sta vivendo la sua famiglia.

A risultare invece smarriti e disorganizzati, in questo episodio, sono invce i cattivi, con Auran e Mordis ancora sulle tracce di Freccia Nera e compagni, e lo stesso Maximus che cerca di consolidare il suo potere senza rendersi conto che proprio a corte è in atto un controgolpe per destituirlo.

Nuovo episodio, stessi problemi

In conclusione anche Qualcosa di Inumano viene da questa parte, sembra essere l’ennesimo episodio che tenta di prepararci a qualcosa di grosso che però tarda ancora ad arrivare continuando a spiattellarci sotto il naso tutti i problemi, oramai cronici, di questa serie, che poteva essere tante cose e ha scelto di essere praticamente la peggiore di tutte.

Puntata dopo puntata, con tutto ciò che non funziona in questo show, contnua a rafforzarsi in me l’idea che questa serie TV sia stata un’occasione sprecata per produrre qualcosa di veramente interessante.

0 Commenti
Feedback in ordine
Vedi tutti i commenti
...e questo?
se tutte le stelle venissero giu
Se tutte le stelle venissero giù, la recensione