Guardians: Il risveglio dei guardiani – Recensione

guardians il risveglio dei guardiani

Se c’è una cosa che proprio non avrei voluto fare era distruggere Guardians – Il risveglio dei guardiani di Sarik Andreasyan e questo sopratutto perché sono stufo del predominio USA su tutto il cinema di intrattenimento e nello specifico nei cinecomic. Marvel avrebbe potuto evitare di far uscire un sacco di film di supereroi decisamente noiosi e insulsi, allo stesso modo Enjoy Movies poteva risparmiarci il disagio di vedere una pellicola priva di mordente e sopratutto di originalità.

Guardians – Il risveglio dei guardiani è ambientato in Russia durante la guerra fredda, ma il nemico numero uno pare non essere l’America, ma degli esseri soprannaturali che spingono l’Unione Sovietica a dare vita al progetto “Patriot” per la creazione di un gruppo di supereroi per difendere il paese. Quando pubblicammo il primo trailer del film le aspettative erano alte, dato che i personaggi risultavano a prima vista particolarmente originali: un orso umanoide, un barbuto telecinetico, un ninja dai tratti kazaki e un’atletica e molto sovietica donna invisibile. Invece Guardians si è rivelata una delusione a 360 gradi.

 

La madre Russia si dà ai cinecomic, ecco la recensione di Guardians – Il risveglio dei guardiani

Cominciamo dagli effetti CGI, quasi sempre dozzinali, a volte imbarazzanti e in qualche rarissima occasione… no, scherzo, fanno pena sempre. Degna di nota la terrificante muscolatura “gommosa” di August Kuratov il cattivone del film.

La trama dozzinale e la sceneggiatura ricca di incoerenze e epic fail, non sono superiori a quelle di uno z-movie. Il doppiaggio in italiano low-badget non aiuta, anzi accentua la surreale “demenzialità” dei dialoghi. Imbarazzante una delle frasi finali del film: “il mondo non è pronto per noi”, io direi piuttosto, che voi non siete pronti per il mondo (del cinema).

Guardians è indiscutibilmente un esperimento mal riuscito, poco più decente di fan movie con effetti speciali dozzinali e una sceneggiatura in bilico tra il banale e l’inconsistente.

Consiglio di guardare Guardians – Il risveglio dei guardiani dopo aver ingerito abbondanti quantità di vodka e con zero aspettative, così facendo magari riuscirete a farvi quattro risate. Concludo con una pessima notizia, il finale è aperto, Ci sono altri guardiani… Ci sarà un sequel? Che Dio ce ne scampi.

Trama e trailer di Guardians – Il risveglio dei guardiani

Durante la Guerra Fredda, un gruppo di scienziati sovietici ha condotto esperimenti di vario genere in nome del progetto “Patriot”, tra cui particolari e spietati studi sull’alterazione del DNA su soggetti umani. I Guardiani sono il risultato di queste ricerche, uomini e donne dotati di abilita’ fuori dall’ordinario.

Ai giorni nostri, uno degli scienziati di “Patriot”, August Kuratov, animato da velleita’ megalomani e desideroso di mostrare a tutti il suo genio, e’ finalmente pronto al dominio del mondo grazie alla sua scoperta madre, il cosiddetto “Modulo 1”, una tecnologia in grado di comandare ogni veicolo motorizzato grazie a degli impulsi elettrici. Per far fronte a questa minaccia, il governo russo decide di andare alla ricerca di alcuni dei Guardiani, gli unici in grado di salvare il mondo.

  • Titolo: Guardians – Il risveglio dei guardiani
  • Titolo originale: Zashchitniki 
  • RegiaSarik Andreasyan
  • AttoriAnton PampushnyySanjar MadiSebastien Sisak
  • Genere: Action, Cinecomic, Sci-Fi
  • Durata: 89 min
  • Paese: Russia
  • Anno: 2017
guest
0 Commenti
Feedback in ordine
Vedi tutti i commenti
...e questo?
Battlestar Galactica: Universal riparte da zero con un nuovo film