Spider-Man: nel seguito Morbius e Blade?

spider-man: homecoming

Spider-man: Homecoming arriva nelle sale oggi, ma il regista Jon Watts pensa già ai possibili villain del seguito

Mentre in queste ore sta arrivando nelle sale italiane Spider-Man: Homecoming, la pellicola che riporta il Tessiragnatele nell’MCU dopo il rapido passaggio di Captain America: Civil War, il regista Jon Watts (forte delle ottime critiche e degli incassi )sembra già proiettato verso un eventuale secondo episodio, di cui ha già mente un potenziale villain!

Tra i papabili al ruolo di supercattivo, Watts sembra interessato a Morbius, personaggio appartenente a quella schiera di character Marvel legati al contesto horror. Michael Morbius era uno scienziato che nel tentativo di curarsi da una rara malattia del sangue finì per ottenere simili a quelli comunemente connessi con i vampiri.

Morbius contro Spider-man

Morbius, oltre a esser stato un avversario dell’Arrampicamuri, ha fatto anche parte del gruppo dei Figli della Mezzanotte, dove assieme a personaggi del calibro di Ghost Rider e Doctor Strange, ha combattuto fianco a fianco ad un eroe su cui Watt sembra aver messo gli occhi: Blade!

Il Diurno, portato al cinema in un trilogia di action movie con il volto di Wesley Snipes, è tornato nella scuderia Marvel Studios quando nel 2013 vennero rilevati i diritti. Nonostante l’attore abbia rivelato di essere interessato a riprendere il ruolo, si potrebbe pensare che a questo punto si potrebbe farlo comparire per cedere lo scettro di cacciatore di vampiri alla figlia Fellon Grey.

Chiacchierando con  We Got This Covered, Watts si è lasciato andare ad alcuni commenti. Sulla questione Morbius/Blade ed un loro eventuale ingresso nel seguito di Spider-man ha detto:

“Il tono del personaggio è piuttosto dark, ma l’idea di unire vampiri e Marvel Universe è davvero fantastica. Magari potremmo anche far comparire Blade, no? Sarebbe perfetto!”

Spider-man affronta Blade

Ma Watts non dimentica altri personaggi che potrebbero essere degli ottimi cattivi per un nuovo Spider-Man. Ad esempio, per il Camaleonte, un villain non metaumano che può replicare alla perfezione apparenza e mimica di chiunque, il regista si domanda se le sue capacità possano meritare del tempo sullo schermo

“Si, il Camaleonte è forte. Mi chiedo, questa abilità è ancora valida attualmente? Insomma, dovremmo trovare un modo per renderlo un qualcosa di più che non solo questo. Ma il Camaleonte rimane grande ed è anche uno dei cattivi del primo periodo. Principalmente mi focalizzo sui villain particolari come uno scherzo visto che ci sono in giro già parecchi tipi strani. Come Big Wheel …insomma, diciamo che ho fatto la ricerca sbagliato su chi dovrebbe esser il cattivo del prossimo film. Tipo Swarm…”

In effetti sullo schermo sono comparsi diversi personaggi che hanno molto in comune con il Camaleonte, quindi la voglia di offrire qualcosa di nuovo da parte di Watts è comprensibile; tuttavia, il Camaleonte è l’unico nemico di Spider-man ad esser fratellastro di un certo Kraven il Cacciatore. Certo sarebbe davvero incredibile se il prossimo film di Spider-man potesse ispirarsi alla celebre storia di DeMatteis e Zeck, L’ultima caccia di Kraven!

Kraven, storico nemico di Spider-man
Leggiamo altro?
Tremors
Tremors: Kevin Bacon vuole ancora rilanciare il franchise