Dopo i droni, Amazon progetta i magazzini volanti

Amazon punta ancora più in alto e brevetta i magazzini “volanti”

Amazon vola ancora più in alto, letteralmente. Dopo l’innovativa consegna tramite i droni, l’azienda statunitense guarda già oltre, progettando i magazzini “volanti”. Una sorta di base da cui si riforniranno i velivoli addetti alle consegne, che potranno svolgere il proprio lavoro in pochi minuti dall’ordine.

Il colosso dell’e-commerce li considera “centri di rifornimento volanti“. Nel documento, depositato all’ufficio brevetti USA, l’immagine del progetto ricorda molto i dirigibili di una volta. Un giorno, così, un gigantesco magazzino volante sorvolerà le principali città del mondo, in attesa di ordini da dispensare direttamente dal cielo. Inoltre, potranno essere utilizzati per distribuire beni di prima necessità durante eventi importanti.

È chiaro che ci vorrà del tempo per realizzare tutto ciò. Ma una cosa è certa, Amazon raggiunge sempre i propri obiettivi, anche quelli più ambiziosi. Poco prima di Natale, ha diffuso un video che mostra la prima consegna a domicilio “vera” con un drone (in Prime Air), effettuata in Gran Bretagna. Ciò è avvenuto 13 minuti dopo l’ordine online, volando a un’altezza di 122 metri.

Voi che ne pensate? Sarebbe tutto più semplice e veloce, oppure no? Fatecelo sapere con un commento qui sotto.

Potrebbe piacerti anche