Le donne sono abili quanto gli uomini nei videogiochi, lo conferma uno studio scientifico

Le donne sono abili quanto gli uomini nei videogiochi? Pare di si, e a confermarlo sarebbe uno studio scientifico promosso da un sito inglese, IFLScience

Inizialmente il mito che il gentil sesso fosse meno portato per l’ambiente videoludico impermeava la maggior parte delle menti maschili. A sfatare questa credenza un sito inglese, che ha condotto una ricerca iniziando ad analizzare i comportamenti e la velocità nell’avanzamento di livello nei giochi Massively Multiplayer Online. I videogames analizzati sono stati EverQuest IIChevaliers’ Romance III essendo utilizzati da più di 10000 giocatori tra maschi e femmine.

Ecco i criteri della ricerca:

  • Sono stati esclusi i personaggi con il livello massimo, poichè non potevano crescere di abilità.
  • Sono stati considerati anche i personaggi di livello 20-21 essendo ancora all’inizio della loro crescita.
  • Alla fine si doveva fare una media aritmetica e confrontarla con l’altro sesso

Il risultato ha dimostrato che il sesso non influenza assolutamente sulla progressione del giocatore, uno stereotipo dovuto solo alla poca affluenza femminile rispetto a quella maschile, oltre al fatto che spesso vengono utilizzati personaggi femminili come supporto e non di prima linea.

L’unica differenza mostrata è una maggiore attenzione, del mondo femminile, verso le interazione sociali, mentre il mondo maschile si concentra sulla parte più cruda cercando di eliminare mostri potenziandosi.

Che finalmente sia la fine di questo stereotipo? Fatecelo sapere con un commento qui sotto.

Fonte: Iflscience

Potrebbe piacerti anche