Star Wars: Daniel Craig racconta i retroscena del suo cameo ne Il Risveglio della Forza

star wars daniel craig

A distanza di 6 anni, l’attore Daniel Craig ha raccontato come è finito ad interpretare uno stormtrooper in Star Wars: Il Risveglio della Forza.

Sebbene sia stato riconosciuto principalmente per la presenza del suo nome nei crediti finali del film, l’attore ha sempre reso pubblica la sua partecipazione al film e ora spiega da dove è nato quel cameo.

Daniel Craig e il suo ruolo come stormtrooper in Star Wars

La trilogia sequel di Star Wars ha permesso alla produzione di inserire nelle fila degli assaltatori del Primo Ordine alcuni personaggi famosi in incognito. Tra questi troviamo Simon Pegg, Ed Sheeran, il regista Edgar Wright e Daniel Craig.

Impegnato nella promozione di No Time To Die, Craig è tornato a parlare della sua partecipazione in Star Wars Episodio VII e di come JJ Abrams gli abbia affidato quel ruolo.

Se non ricordo male stavamo girando SPECTRE e tutta la nostra troupe era in Star Wars. Ben Dixon, che era il nostro secondo assistente alla regia, lo era anche di Episodio 7 e andai a trovarlo sul set. Dovevo andare ai Pinewood Studios, anche se non ricordo per cosa, forse qualche prova o cose del genere e trovandomi con Ben gli dissi “Hai una parte per me?” e lui “Stai dicendo sul serio? Vado a chiedere a JJ!” e torno con il ruolo di stormtrooper. Il fatto era che pensavo di avere una parte di contorno di una scena, camminando in un corridoio o cose simili, invece JJ mi inserì in una scena principale, dove interagivo con la protagonista. La scena fu anche veloce da girare e ci volle molto più tempo per registrare i dialoghi.

Per scherzo o meno, lo stormtrooper che libera Rey è proprio Daniel Craig, anche se per via dell’aspetto e della sua voce non è affatto facile capirlo.

Lasciando da parte per un attimo la “galassia lontana”, Craig lo rivedremo presto nel suo ultimo film come James Bond, da domani al cinema con No Time To Die.

Fonte

Il Negozio delle Necessita Mobile Ads 2