Dom 21 Luglio, 2024

Le News della settimana

spot_img

Potrebbe interessarti

Le migliori 10 scene iniziali viste al cinema

Se il finale di un film è la parte decisiva, quella che può determinare il successo o l’insuccesso di una pellicola, si può tranquillamente sostenere che anche la scena iniziale, quella di apertura, può essere la chiave per coinvolgere lo spettatore fin dal principio. Se le prime inquadrature hanno il potere di convincere lo spettatore a di aver fatto la scelta giusta nell’acquistare il biglietto, viene da chiedersi quali sono le 10 migliori scene iniziali di sempre viste al cinema?

La risposta alla domanda in realtà è molto più complicata di quello che sembra e per stilare una TOP 10, ne abbiamo dovuto lasciarne fuori parecchie che potevano tranquillamente rivaleggiare con quelle scelte. Si è cercato di diversificare il più possibile evitando di mettere seguiti di film già presenti o prendendo più film di un unico regista.

Prima di iniziare con le 10 migliori scene iniziali viste al cinema, volevamo ricordare chi non ce l’ha fatta con alcune menzioni onorevoli: il primo Guerre Stellari con le scritte in verticale e la comparsa dello Star Destoyer;  l’omicidio e la seguente fuga di Javier Bardem in Non è un paese per vecchi; il volto coperto da un lenzuolo di Al Capone ne Gli Intoccabili; l’introduzione di Trinity in Matrix; l’ineguimento iniziale di Drive e il più recente prologo di Dune, tutte scene che sono andate molto vicine a far parte di questa classifica.

Quindi, ecco quali sono, per noi, le 10 migliori scene iniziali viste al cinema in rigoroso ordine crescente, dalla decima posizione alla prima.

10 – The Batman

Nei primi 10 minuti di film vengono introdotti prima il villain, l’Enigmista e poi l’uomo pipistrello. Il discorso iniziale fatto da Batman sulla paura instillata nei criminali è l’introduzione migliore di sempre del personaggio. Attraverso una fotografia molto dark e grazie al tema musicale del compositore Michael Giacchino, già dai primi 10 minuti siamo rapiti dalla presenza, e dalla “non” presenza, di Batman.

9 – Quei bravi ragazzi

“Per quanto mi riguarda, ho sempre voluto fare il gangster” il miglior modo per introdurre un film di gangster è sicuramente la battuta pronunciata da Ray Liotta nel film di Martin Scorsese. In questi pochi minuti vengono introdotti magistralmente i 3 personaggi principali, mostrando una scena iper violenta, ma che sembra rappresentare la normalità per i protagonisti.

8 – Jurassic Park

Questa posizione andrebbe condivisa a pari merito con Lo Squalo e I Predatori dell’arca perduta, sempre di Spielberg. Il regista americano è maestro nell’introdurre il mostro di turno, mostrando pochissimo della creatura, e proprio per questo aumentando la curiosità, e anche l’effetto sorpresa, che fa immediatamente presa sullo spettatore.

7 – Il padrino

La scena iniziale del film del 1972 diretto da Francis Ford Coppola, è una perfetta introduzione del personaggio e del messaggio del film. “Io credo nell’America” è la prima frase che viene pronunciata, quando lo schermo è ancora nero e il sipario sul film non si è ancora aperto. In pochi minuti ci viene mostrato il senso del film, ovvero cosa significa il concetto di famiglia per la mafia e la loro interpretazione del sogno americano. Coppola ha bissato la scena d’apertura con Apocalypse Now, dove sulle note di The End dei Doos vediamo la gli alberi della foresta vietnamita bruciare sotto l’effetto del napalm.

6 – Il Signore degli Anelli – La compagnia dell’anello

Adattare l’opera di J.R.R. Tolkien era un’impresa impossibile, almeno fino al 2001, quando Peter Jackson si imbarcò in questa impresa titanica. L’idea di introdurre la terra di mezzo e la storia dell’unico anello all’inizio del film, narrata dall’elfa Galadriel, si rivela essere vincente. È un perfetto prologo per la storia del mondo in cui stiamo per addentrarci . Cos’ come per questo primo capitolo, anche l’inizio de Le due torri è di altilssimo livello, con lo scontro tra Gandalf e il Balrog di Moria.

5 – C’era una volta il West

Tutti i film di Sergio Leone hanno una scena iniziale difficilmente dimenticabile, ma per fare una summa del cinema del regista romano abbiamo scelto il suo ultimo western. Il film si apre con una lunghissima introduzione, fatta di suoni provenienti dall’ambiente circostante e silenzi, per mostrare cosa voleva dire per Leone il western. Nell’intenzione dl regista i tre pistoleri nella scena dovevano essere interpretati da Clint Eastwood, Eli Wallach e Lee Van Cleef, ovvero gli interpreti di Il Buono, Il Brutto e Il Cattivo. Eastwood rifiutò e Leone optò per altri tre attori, ma la scena iniziale resta comunque un capolavoro del genere.

4 – Il Cavaliere Oscuro

Ispirandosi ai lavori di Michael Mann, Christopher Nolan mette in scena una rapina in banca, da manuale, in pochi minuti, atta ad introdurre il villain del film, il Joker di Heat Ledger.  Il rapinatori passano il tempo chiedendosi “perché lo chiamano Joker?”, e la risposta ci viene mostrata alla fine della rapina, per i criminali è tutto uno sorta di scherzo  ordito dal Joker, dove tutti pagano con la morte. Questo dimostra quanto il personaggio non ha nessuna remora o nessun valore criminale, identificandolo come un agente del caos.

3 – Bastardi Senza Gloria

il regista Quentin Tarantino non è nuovo a scene iniziale rimaste nell’iconografia cinematografica, basta pensare alle riunione al Dinner de Le Iene, o la rapina, sempre in un Dinner, di Pulp Fiction. Ma con Bastardi senza Gloria, il regista americano si è decisamente superato. Introducendo la scena con il pezzo di Morricone, Il Verdetto , Tarantino riesce a costruire una scena carica di tensione portata avanti dal bellissimo dialogo fra il colonnello Hans Landa e Monsieur Lapadite. La tensione è palpabile, sin dalla primissima inquadratura e cresce nel corso della scena man mano che la situazione si delinea. La scena termina con un altro pezzo di Morricone, The Mountain.

2- L’infernale Quinlan

Uno dei piani sequenza più famosi della storia del cinema apre il capolavoro di Orson Wells. Dopo aver sdoganato la tecnica della ripresa senza stacchi di montaggio, denominata piano sequenza,  in Quarto Potere, il regista americano decide di perfezionarlo nell’Infernale Quinlan, creando una scena d’apertura innovativa per il 1958, anno d’uscita del film, e che ancora oggi è attualissima e mai eguagliata.

1 – Shining

Una ripresa dall’alto, fatta in elicottero, e la musica di Wendy Carlos, tratta dal Des Irae del XIII secolo. Bastano questi due elementi a mettere la scena iniziale di Shining al primo posto. Già dall’inizio la sequenza di Kubrick ci fa sentire a disagio e ci porta dentro l’orrore del film, che inizia prima di arrivare all’Overlook Hotel. Magari non sarà spettacolare, ma sicuramente è tremendamente efficace.

Ultimi Articoli