La Carta del Fuoco: la recensione del primo fumetto di Himorta

himorta la carta del fuoco

Finalmente, dopo mesi, sono riuscita a leggere il fumetto di Himorta, ovvero La Carta del Fuoco pubblicato da Mondadori Comics.

Si tratta di un volume uscito a marzo 2021 (e che trovate QUI) che mi incuriosiva molto e che proprio per questo motivo volevo leggere senza le troppe pressioni date dal lavoro e dalla vita quotidiana.

La storia si concentra, ovviamente, sulla famosa e bravissima cosplayer Himorta aka Antonella Arpa, artista tra le 30 persone più influenti su Instagram. Suo è anche il primo canale femminile Twitch per crescita, con Antonella che ha già collaborato con molte celebri aziende e case editrici (tra cui Ubisoft e DC).

La nostra recensione de La Carta del Fuoco

Antonella è una famosa cosplayer. Una mattina, tra gli innumerevoli regali che quotidianamente riceve dai suoi fan, un pacchetto attira la sua attenzione. È sciupato, avvolto in una carta stropicciata, e ha un biglietto allegato. “Fanne buon uso”, c’è scritto. Firmato: “Il fan”.

Antonella lo apre e trova al suo interno una semplice carta da gioco, con una fiamma disegnata sopra. Una cosa di poco conto, di cui si dimentica in fretta. Almeno fino quando, la sera, mentre racconta il fatto a un’amica, succede qualcosa di imprevisto. Qualcosa che in breve porterà Antonella a indossare un costume mai visto prima, a fare i conti con dei poteri spaventosi e le conseguenti responsabilità che ne derivano.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Antonella Arpa (@himorta)

Tutti noi nerd come Antonella abbiamo sognato molte volte di avere dei poteri e diventare dei supereroi, come accenna lei nelle prime pagine del fumetto. Purtroppo, quello che tutti dimenticano pensando solo ai lati positivi sono le conseguenze. Dopo un primo approccio non proprio riuscito, Himorta capisce che deve allenarsi a utilizzare questo dono che le ha offerto “Il Fan”.

Ambientazione e personaggi

La storia principale ha come ambientazione Lucca Comics (dove quest’anno era presente uno stand dedicato in piazza San Michele), dove la nostra Himorta incontrerà molte persone che avranno un ruolo decisivo in tutta questa vicenda. Prima fra tutte abbiamo Sibilla, una cartomante che offre ad Antonella una lettura delle carte gratuita. Questa giovane ragazza dai capelli corvini porta sempre con sé una gatta di nome Haagenti, un felino molto tranquillo e amichevole… a prima vista.

Quando Himorta arriva allo stand di Sibilla e si fa leggere le carte, si accorge ben presto che qualcosa non va. Al mazzo della ragazza manca una carta: quella del fuoco. Appena Antonella mostrerà l’oggetto a Sibilla, lei comincerà a comportarsi in maniera ancora più misteriosa. La nostra bella protagonista incontrerà durante questa strana lettura delle carte tre “cavalieri”, Francesco, Matteo e Stefano. Dei fan che sono pronti ad aiutare la supereroina che comanda il fuoco… senza sapere la sua vera identità.

Il fumetto ha un finale aperto, chissà se presto avremo la possibilità di leggere altri volumi.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Antonella Arpa (@himorta)

Disegni e retroscena de La Carta del Fuoco

La storia è stata disegnata dall’artista Stefania Macera, conosciuta anche come Chocoartist, che con il suo tratto ha saputo rendere la storia molto scorrevole visivamente. Ha caratterizzato bene anche i personaggi riuscendo a dare quel tocco in più al fumetto.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da 🌸 Stefania Macera 🌸 (@chocoartist)

La storia in certi momenti è un po’ scontata, ma continua a coinvolgere il lettore fino all’ultima pagina. Alla fine del volume sono presenti le schede personaggio e le descrizioni degli ambienti citati durante la storia, un modo semplice ed efficace per conoscere meglio le componenti di questo racconto.

Come reputo questo fumetto?

Devo dire che questa storia mi è piaciuta più del previsto, giravo le pagine curiosa di sapere cosa sarebbe successo. Mi aspettavo altri capitoli, invece ho trovato un finale aperto che non mi aspettavo… Ho apprezzato in particolar modo il modo in cui Himorta ha voluto rappresentare il suo rapporto con i fan, sicuramente voleva far capire l’importanza di tutti coloro che la supportano ogni giorno, un ringraziamento speciale impresso sulla carta per sempre.

Questo volume è importante perché permette alle persone di “andare oltre” Himorta, le luci dei flash e le performance da cosplayer, permettendo loro di conoscere meglio Antonella, la sua passione per il calcio, i suoi cani e altri piccoli particolari che ci consentono di sentirci a proprio agio durante la lettura, quasi se fossimo degli amici di vecchia data di Antonella.

La trama è molto semplice e lo sviluppo spesso prevedibile, ma in sé il volume conteneva scene molto simpatiche e godibili. Tutto questo immerso in un umorismo che ricorda molto gli anime, con le espressioni mi hanno ricordato non poco l’animazione giapponese.

Che dire, bravi tutti, brava Antonella e brava Stefania: se siete alla cerca di una lettura veloce che riesca a intrattenervi piacevolmente lasciandovi un sorriso, questo fumetto fa proprio al caso vostro, ricordandovi che il fumetto è disponibile su Amazon a QUESTO INDIRIZZO.

Il Negozio delle Necessita Mobile Ads 2