Crowdfunding e aumento dei costi: sono già due le campagne che hanno richiesto fondi extra

Kickstarter

Sono già due le campagne di crowdfunding per giochi da tavolo che si sono dovute rivolgere nuovamente ai sostenitori dei relativi progetti per richiedere fondi aggiuntivi per coprire l’aumento dei costi di spedizione e logistica.

Nell’ultimo mese sia Mythic Games che Blacklist Games hanno richiesto ulteriori sforzi economici ai backer per aiutare le proprie case editrici a portare a termine la realizzazione dei titoli già precedentemente finanziati.

Mythic Games ha chiesto ai sostenitori di Darkest Dungeons: The Board Game di aiutare a coprire un deficit di 1,75 milioni di dollari causato principalmente dall’aumento dei costi di spedizione per la suddetta campagna di crowdfunding. Allo stesso modo, Blacklist Games ha chiesto aiuto ai backer per coprire una fattura di 360.000 dollari emessa da Quartermaster Logistics per fare in modo che la stessa spedisse all’editore le miniature di Fantasy Series 1 conservate nel magazzino del fornitore.

In precedenza il Kickstarter per Darkest Dungeons aveva raccolto  5,5 milioni di dollari (e ha raccolto ad oggi altri $ 1,4 milioni per il rifinanziamento delle spese di spedizione richiesto dopo il completamento della campagna), mentre Blacklist Games aveva già ricevuto 1,1 milioni di dollari per le miniature della serie Fantasy 1.

Crowdfunding e aumento dei costi di logistica e spedizioni

Entrambe le società hanno indicato che la ragione dell’aumento dei costi è totalmente legata ai problemi relativi all’incremento smodato del prezzo delle spedizioni  internazionali e stanno cercando di tenere il più aggiornati possibile i propri backer, rispondendo spesso anche alle loro copiose domande sui social.

Mythic Games ha anche inviato una lunga spiegazione ai sostenitori del suo progetto Darkest Dungeons: The Board Game all’inizio di questo mese, spiegando che i costi di spedizione sono aumentati notevolmente da quando il gioco è stato finanziato alla fine del 2020.

Quando abbiamo terminato la campagna Kickstarter il 6 novembre 2020 , la situazione non era più quella di oggi. Il COVID e poi la guerra in Ucraina, hanno portato a un aumento significativo dei costi non solo di produzione ma anche, e soprattutto, di spedizione e consegna: i costi di spedizione sono aumentati in media del 600%. I costi delle materie prime (carta , cartone, plastica) sono aumentate di almeno il 30%

Mythic Games e Red Hook (la seconda casa dietro al progetto) sono stati in grado di contribuire con 875.000 dollari per compensare l’aumento dei costi di spedizione, ma ciò non è bastato. Infatti è stato specificato ai sostenitori che avrebbero dovuto pagare spese di spedizione aggiuntive (che vanno da $ 18 a $ 69 a seconda del livello di impegno) per ricevere il prodotto finanziato quasi due anni fa. I sostenitori che hanno pagato all’inizio di agosto riceveranno il gioco entro la fine dell’anno, mentre per coloro che si sono rifiutati di pagare Darkest Dungeons rimarrà conservato in Cina “il più a lungo possibile” con Mythic Games che coprirà nel frattempo le spese di stoccaggio.

Blacklist Games ha tentato di lanciare una campagna GoFundMe per coprire la fattura di 360.000 dollari, che è poi stata però ritirata dalla piattaforma. Nel frattempo, Quartermaster Logistics ha pubblicato una dichiarazione in cui affermava di essere in “trattative interne con l’obiettivo di trovare una soluzione” e ha chiesto pazienza mentre cerca di determinare i passaggi successivi.

Sia Mythic Games che Blacklist Games hanno in seguito concluso anche altre campagne relative a giochi da tavolo che, ovviamente non sono ancora stati spediti. Per anticipare i tempi Mythic Games ha aumentato i costi di spedizione per Anastyr, il gioco più recentemente finanziato tramite crowdfunding dalla casa editrice, mentre Blacklist Games ha ammesso che alcuni dei suoi progetti avranno costi di spedizione superiori al previsto, ma non nella stessa misura di Fantasy Series 1.

Sebbene la logistica internazionale si sia in qualche modo stabilizzata negli ultimi mesi, l’aumento dei costi sembra essere un problema a lungo termine per l’industria del gaming. Poiché la maggior parte degli editori di giochi si affida ai produttori cinesi, sicuramente dovranno abituarsi a fare i conti con questo progressivo aumento delle spese di spedizione e riallineare le previsioni delle spese da ribaltare sui backer per il prossimo futuro.

Il Negozio delle Necessita Mobile Ads 2