Anime Cult: a Lucca Comics 2022 debutta la rivista dedicata ai cartoni animati giapponesi

anime cult rivista

Il programma di Lucca Comics and Games 2022 ci riserva una gradita sorpresa, novità che manderà in brodo di giuggiole tutti gli appassionati di cartoni animati giapponesi come il sottoscritto. Debutta ufficialmente, in occasione della fiera toscana, Anime Cult, nuova rivista mensile dedicata all’animazione e al fumetto giapponese.

Edita da Sprea Editori, la rivista che darà il ben tornato a Mazinga, Goldrake e a tutti agli anime e manga anni ’70, ’80 e ’90 arriverà in anteprima Lucca Comics il 28 ottobre, per poi approdare in edicola, fumetteria e libreria dal 2 novembre 2022.

“L’idea alla base di questo magazine”, racconta Alessandro Agnoli, CEO di Sprea e ideatore della rivista, “nasce da un’esigenza: mancava in edicola una rivista dedicata ai cartoni animati e fumetti giapponesi di una volta! Mi sono accorto in più occasioni che esiste un vasto pubblico di nostalgici che ha tantissimi ricordi legati ad essi, perciò ho pensato di creare questa nuova rivista dedicata a tutti loro. Abbiamo composto una redazione, capitanata da Francesco Coniglio (un vero guru del fumetto italiano!) con all’interno le più prestigiose e autorevoli firme del settore: Luca Raffaelli, Enrico Fornaroli, Marco Pellitteri“.

Un progetto ambizioso quello di “Anime Cult”: raccogliere tutti i frammenti del mondo anime e manga, anni ’70, ’80 e ’90 in una rivista ricca di ricordi, come copertine di riviste dell’epoca, frame televisivi e personaggi, dischi e 45 giri delle sigle dei cartoni animati giapponesi in TV. Ma anche storie di persone, dai mangaka di quella generazione ai doppiatori che con la loro voce hanno caratterizzato i personaggi animati del tempo. Una rivista ricchissima, piena di pillole e curiosità succose, dove i nostalgici troveranno pane per i loro denti.

Cosa ci attende con il primo numero della rivista Anime Cult?

Nel primo numero un lunghissimo dossier dedicato a Go Nagai, uno dei “mangaka” più famosi di sempre, ideatore dei grandi robot degli anni ’70 come Goldrake, Mazinga, Jeeg ma anche di personaggi come Devilman e Cutie Honey. All’interno del numero di esordio di “Anime Cult” una lunga intervista inedita all’autore, che racconta tantissimi retroscena del mestiere che non mancheranno di appassionare anche i fan più esigenti.

Sempre nel primo numero, all’interno della rubrica Spaghetti Manga, una raccolta di ricordi su tutte le riviste uscite tra la fine degli anni ’70 e l’inizio degli anni ’80 ispirate agli anime ma realizzate rigorosamente da disegnatori italiani. Con qualche chicca che in pochi ricorderanno!

Inoltre un lungo racconto sull’arrivo dei manga in Italia, dai primi esperimenti fino alla fondazione di Granata Press, l’editore che diede alle stampe le riviste “Zero” e “Mangazine”.

L’uscita di “Anime Cult” si inscrive in un progetto di espansione dell’Editore nel panorama del fumetto. Durante Lucca Comics, infatti, Sprea presenterà anche “Heavy Metal”, la versione italiana del noto magazine a fumetti americano, che ha appassionato intere generazioni.

Con un lancio per il primo numero di 50.000 copie, la rivista mensile sarà supportata anche da un’articolata campagna promozionale, composta da pubblicità su carta stampata (da “TV Sorrisi e Canzoni”, e in altre 50 pubblicazioni editoriali di altri gruppi Editoriali, per un totale di 100 pagine promozionali complessive), ma anche con affissioni di locandine presso i punti vendita edicola, pubblicità sui rotor su città metropolitane, oltre ovviamente a una campagna di digital marketing.

Disponibile da subito la campagna abbonamenti che verrà gestita internamente dall’Editore, assieme alla raccolta pubblicitaria.

La rivista avrà formato 21 x 28,5 cm, stampata in una carta 100% sostenibile certificata PEFC (come nello stile dell’Editore Sprea, da sempre attento alle questioni ambientali), e una preziosa copertina con serigrafia lucida. Il prezzo di vendita al pubblico di ciascuna uscita sarà di 6,90 euro.

Il gruppo Sprea Editori

Sprea Editori, con circa 60 testate pubblicate in edicola, un portfolio di 50 calendari e 10 portali web, è uno dei principali editori italiani. Pubblica in Italia, Francia e Germania.

Tra le testate note al grande pubblico vi sono quelle nel settore dell’arredo casa (“Casa Chic”, “Vivere Country” – e le rispettive edizioni francesi “Maison Chic” e “Vie à la Campagne”), giardinaggio (“Il Mio Giardino” e “Pollice Verde”), musica (“Classic Rock”, “Vinile”, “Prog”), food (“La mia cucina Vegetariana” e “We Veg”), fotografia (“Il Fotografo”), informatica (“Computer Idea” e “Win Magazine”), turismo e viaggi (“Turisti per caso”).

Inoltre Sprea è partner per l’Italia di BBC, pubblicando le testate “BBC Top Gear”, “BBC History” e “BBC Science”.

Azienda fondata nel 1993 dall’attuale Presidente Luca Sprea, e con un board giovanissimo, capitanato dall’Amministratore Delegato Alessandro Agnoli (35 anni), e con i Consiglieri Giulia Spreafico (30 anni) e Stefano Pernarella (34 anni), è uno degli editori più frizzanti, vivaci e di successo del panorama italiano.