Il signore degli Anelli: Ludi Lin accusa la serie di non avere attori asiatici nel cast

anello il signore degli anelli

Ludi Lin, star del recente live action Mortal Kombat, ha criticato la serie Amazon de Il Signore degli Anelli, accusandola di non avere abbastanza diversità nella Terra di Mezzo.

Dopo le dichiarazioni di Jennifer Salke, capo di Amazon Studios, riguardante l’utilizzo di una cifra superiore ai 400 milioni di dollari per creare un “vasto mondo” per la serie tolkeniana, Lin ha pubblicato su Twitter un suo piccato commento riguardo le etnie presenti nel cast della serie.

Ludi Lin critica la serie de Il Signore degli Anelli di non avere attori asiatici nel cast

L’attore cino-canadese Ludi Lin, che ha interpretato Liu Kang in Mortal Kombat, ha twittato proprio verso Jennifer Salke criticando la scelta di “costruire un mondo enorme senza personaggi asiatici”.

La reazione di Lin è scaturita dopo l’affermazione di Salke di pochi giorni fa riguardo all’enorme budget utilizzato per realizzare la serie fantasy.

La Salke, infatti, intervistata dall’Hollywood Reporter, aveva parlato di un budget davvero esorbitante messo in campo per la produzione dello show:

Il mercato è pazzo, come si è visto con la richiesta di due sequel di Knives Out. La cifra utilizzata per la serie de Il Signore degli Anelli ci è servita per realizzare le basi di tutta la prima stagione, per creare un mondo intero in cui ambientare le storie raccontate. Una serie molto richiesta, che ha bisogno di solide basi per essere realizzata e piacere al pubblico.

E proprio sul termine “mondo intero” che è intervenuto Lin, chiedendo come mai in questo gigantesco mondo non ci sia nessun asiatico.

Come si poteva prevedere è iniziato un dibattito tra chi dà ragione a Lin e chi sostiene che nei racconti di Tolkien non fossero presenti persone dai tratti asiatici che, quindi, non dovrebbero apparire nella serie.

Cercando tra le vecchie dichiarazioni della produzione, Lin sembrerebbe non avere torto, non essendoci persone asiatiche nel cast annunciato della serie. La cosa certa è che il cast è significativamente più diversificato rispetto alla trilogia di Peter Jackson, che aveva una crew attoriale base interamente bianca.

Indipendentemente da come si evolverà questa piccola diatriba tra Lin e Salke, la serie de Il Signore degli Anelli proseguirà il suo sviluppo, con l’arrivo in streaming previsto per il 2022.