Nuovo DPCM: i cinema italiani resteranno chiusi fino al 5 marzo 2021

cinema

La situazione sanitaria legata alla pandemia, con la seconda ondata che, di fatto, non sembra essersi mai conclusa come sembrava, sta imponendo ancora misure restrittive con il nuovo DPCM che, tra le tante limitazioni, porterà alla proroga della chiusura dei cinema italiani già in stop dallo scorso 25 ottobre.

Il nuovo DPCM ha prorogato, fino al prossimo 5 marzo 2021, la chiusura dei cinema italiani come una delle misure per il contenimento del contagio COVID-19

Il nuovo decreto firmato oggi dal Presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte, infatti, impongono il prolungamento della sospensione degli spettacoli cinematografici e la chiusura delle sale cinematografiche fino al 5 marzo 2021 a partire da domani, 16 gennaio, quando ritorneranno anche le zone arancioni e quelle rosse.

Il DPCM del 14 gennaio 2021 (che potete scaricare qui), recita, all’articolo 1 “Misure urgenti del contenimento del contagio sull’intero territorio nazionale”, paragrafo “m”:

Sono sospesi gli spettacoli aperti al pubblico in sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche e in altri spazi anche all’aperto.

Continua, così, il periodo difficile per il cinema con attesi debutti posticipati a oltranza in attesa di riuscire a capire quando il pubblico potrà rientrare in sala in tutta sicurezza, situazione che, al momento, sembra ancora molto lontana dal potersi avverare.

0 Commenti
Feedback in ordine
Vedi tutti i commenti
...e questo?
Thunder Force
Thunder Force: Melissa McCarthy e Octavia Spencer sono supereroine, nel trailer italiano del film Netflix