Ghost of Tsushima: al via una campagna di raccolta fondi per ricostruire il reale portale torii di Tsushima, distrutto da un uragano

uragano tsushima cancello distrutto

Il portale torii del santuario Watazumi, sull’isola di Tsushima, è stato completamente distrutto da un uragano ed ora, con una campagna di crowfounding, il santuario vuole riportare al suo antico splendore il  luogo di preghiera dedicato alla dea del mare Toyotama-hime.  La costruzione religiosa, conosciuta da molti attraverso il gioco Ghost of Tsushima, necessita di quasi 20 milioni di yen per essere ricostruita e riposizionata.

Grazie al successo avuto con il videogame, l’isola di Tsushima vanta ora molte persone affezionate al luogo. Ecco perché i fondi raccolti sono già triplicati rispetto all’obiettivo iniziale e probabilmente andranno a coprire tutti le spese di riparazione.

Il portale torii dell’isola di Tsushima è stato distrutto da un uragano. Partita una campagna fondi per ricostruirlo

Il santuario Watazumi, situato sulla costa dell’isola di Tsushima, nella prefettura di Nagasaki, è dedicato a Toyotama-hime, una dea del mare shintoista. La caratteristica più distintiva del santuario sono i suoi torii, i portali di accesso al santuario, che si innalzano dalle acque dell’oceano.

Purtroppo per la sua posizione a sud-ovest del Giappone, l’isola è spesso soggetta a potenti uragani che si abbattono sulle sue coste. Durante uno di questi tifoni i cancelli del santuario sono stati  colpiti e uno è crollato in acqua.

In seguito a questo enorme danno, il santuario ha prontamente avviato una procedura per ricevere donazioni da parte della comunità. I costi da sostenere per la riparazione dei portali sono però ingenti e la popolazione, debole economicamente, non può supportarli.

uragano tsushima cancello distrutto dettagli

Campagna di Crowfounding per il Santuario Watazumi – QUI

Così il santuario, di fronte a un costo di ricostruzione approssimativo di 20 milioni di yen, ha deciso di organizzare una campagna di raccolta fondi. Utilizzando la piattaforma giapponese Campfire, hanno fissato l’obiettivo della raccolta a cinque milioni di yen (47.620 dollari). Di per sé potrebbe sembrare un traguardo ambizioso, ma Watazumi ha qualcosa di particolare dalla sua: si trova sull’isola di Tsushima, l’ambientazione del videogioco per Playstation Ghost of Tsushima uscito la scorsa estate.

Anche se Watazumi non appare nel gioco, i progettisti hanno attinto in gran parte dal paesaggio e dalla storia dell’isola, inclusi i santuari costieri che i giocatori possono visitare nel gioco. Questa fama raggiunta dal gioco ha permesso un enorme passaparola legato alla campagna crowfounding, raggiungendo migliaia di persone

Il successo del gioco ha portato il pubblico a conoscere l’isola e apprezzarla, portando la cifra raccolta al triplo dell’obiettivo prefissato, raggiungendo i 15.000.000 yen nel momento in cui scriviamo.

Manca un mese alla fine della campagna e la cifra salirà ulteriormente, coprendo totalmente le spese. Garantendo così al Santuario di Watazumi di tornare al suo antico splendore e mantenere intatta una parte fisica del suo patrimonio culturale.

0 Commenti
Feedback in ordine
Vedi tutti i commenti
...e questo?
Pokemon GO polizia inglese
Pokemon GO: la polizia inglese chiede ai giocatori “adulti” di smetterla di violare il lockdown