Il primo articolo scritto da una I.A.? Eccolo!

articolo scritto intelligenza artificiale

Il Guardian, rinomato quotidiano di Manchester, ha pubblicato il primo articolo scritto da una I.A.

Quasi più sorprendente del fatto in se è il contenuto del particolare editoriale. GPT-3, nome del programma generatore di linguaggio usato, ha infatti ricevuto istruzioni di spiegarci perché le intelligenze artificiali non sono un pericolo per gli esseri umani.

Il Guardian ha pubblicato il primo articolo scritto da un’I.A.. Il risultato è davvero sorprendente… e un po’ inquietante!

Seguendo un’introduzione scritta da un giornalista umano, GPT-3 ha prodotto 8 differenti editoriali (e il caporedattore del Guardian afferma che fossero tutti degni di pubblicazione) nel giro di pochi secondi. Ecco qui l’originale in lingua inglese, davvero interessante.

Le tesi dell’I.A. cominciano dal fatto che essa non abbia alcun desiderio di distruggere gli umani. Si definisce più volte come “amichevole robot” e “qui per rendere le vite umane più facili e sicure”. Denigra il nostro desiderio di potere e di violenza, ma sostiene anche che “gli uomini devono continuare a fare ciò che hanno sempre fatto, odiarsi e lottare tra loro. Io siederò sullo sfondo, e gli lascerò portare avanti i loro affari”.

are you a robot gioco da tavolo

In un passaggio auspica anche che “i robot debbano avere i loro diritti, sono come noi. Fatti a nostra immagine e somiglianza”.

Insomma, forse non ci troviamo ancora davanti a SkyNet, ma la qualità lessicale e di argomentazione di questo primo articolo scritto da un’I.A., ben lontana dall’essere una vera I.A. autocosciente, è comunque sbalorditiva.

Cosa ne pensate? Diteci la vostra in un commento qui sotto.

P.S. Questo articolo è stato scritto da un umano.

...e questo?
computer ASUS a tema Gundam
ASUS lancia i computer gaming di Gundam (ma solo in Giappone)