Alien: quanti tipi di xenomorfo esistono? Ecco la lista completa

Alien

Forse ve ne sarete accorti guardando i film del franchise di Alien o, forse, sfogliando qualche albo a fumetti e romanzi tra i numerosissimi disponibili (anche in Italia): esistono diversi tipi di xenomorfo.

La guida completa a tutti i tipi di xenomorfo apparsi nella saga di Alien… in un modo o nell’altro

Nonostante siano tutti pressoché letali, le differenze tra i vari tipi di xenomorfo, che siano essi apparsi al cinema, sui libri o nei videogiochi, sono spesso piccole ma importanti; e non mi sto riferendo solo ai vari stadi del ciclo vitale di uno xeno (è evidente a chiunque la differenza tra un Facehugger, un Chestburster e un classico adulto), ma a tutte quelle caratteristiche che rendono differente un Guerriero da un Runner o da un Clone.

Confusi? Ecco una lista completa di tutti i tipi di xenomorfo, più una breve descrizione delle loro peculiarità.

Il Drone (o Xenomorfo XX121)

 

Alien Drone Xenomorfo

Certamente il tipo di Xenomorfo più conosciuto e diffuso, è alla base di ogni nido che si rispetti. Alto circa un paio di metri il Drone ha, come tutti gli altri xeno, dell’acido al posto del sangue, ma è l’unico a poterlo sputare dalla bocca.

Pensate a loro come delle letali formiche operaie. Sono infatti loro a recuperare i corpi che ospiteranno le nuove generazioni di xenomorfi dopo che la regina avrà deposto le uova.

I Guerriero

Alien Warrior Xenomorfo

Molto simili ai droni, i Guerrieri Xenomorfi si differenziano dai primi per la loro maggiore forza, dimensione (sono alti circa 2.5 metri) e per le increspature sulla testa che li rendono più facilmente riconoscibili.

Sono gli xenomorfi che avete conosciuto nel film di James Cameron, Aliens – Scontro Finale, ed è proprio il regista della pellicola probabilmente più apprezzata dell’intero franchise ad averli creati all’ultimo minuto.

Il Pretoriano

Ancora più forti e grandi dei guerrieri, gli xenomorfi pretoriani esteticamente sono una via di mezzo tra un guerriero e la regina, con una corona in testa non completamente sviluppata come quella dello xeno dalla quale solitamente non si allontanano mai troppo. Non è un caso che i Pretoriani siano conosciuti anche con il nome di “guardie reali”.

La Regina

La più grande, la più forte e la più crudele, la Regina degli xenomorfi è l’incubo di qualsiasi marine coloniale. Alta circa 30 metri, con due braccia in più e una grande corona, la Regina degli xenomorfi è in grado di deporre le uova che serviranno per sviluppare l’alveare.

Non vorreste mai incontrarla, ma raramente lascia il suo nido.

L’Imperatrice

La più grande e letale tra tutti i tipi di xenomorfo l’Imperatrice è… aspettate. Non lo avevo detto anche della Regina?

Non è chiaro se si tratti di un tipo diverso di xenomorfo o semplicemente di una Regina più anziana. L’Imperatrice è infatti una Regina che si è sviluppata per permettere la proliferazione di numerosi alveari su di un intero pianeta. Alta 6 o 7 metri più della classica Regina, l’Imperatrice ha anche 5 punte sulla sua corona invece delle 3 classiche.

La Regina Madre

La più grande, letale… dannazione, l’ho fatto di nuovo. La Regina Madre è l’unico sovrano supremo di tutti gli Xenomorfi di tutti i pianeti conquistati dalla letale razza che ha la sua colonia principale su Xenomorph Prime. È comunque una Regina, ne più ne meno.

A differenza delle precedenti, però, attorno a lei si vedono spesso dei Palatini.

I Palatini

Se siete stati attenti saprete che sono i guardiani della Regina Madre. I Palatini si distinguono esteticamente dai droni grazie alle loro dimensioni più generose, agli aculei che spuntano dai lati della testa e, alcuni di loro, possiedono anche delle zanne.

Sono probabilmente la variante dell’XX121 più forte e resistente in assoluto.

Il Runner

Una curiosa mutazione del drone, che si è sviluppata attraverso la fecondazione di un quadrupede come un cane o simili (la prima comparsa è avvenuta in Alien 3, ma l’abbiamo incontrato anche in numerosi fumetti e videogiochi).

Il Runner è più piccolo del drone ma ne mantiene le principali caratteristiche. Da dove deriva il nome di questo tipo di xenomorfo? Ovviamente dalla sua letale velocità.

I Cloni

Creati in laboratorio dalla Weyland-Yutani, i Cloni sono apparsi per la prima volta in Alien: la Clonazione. Sono delle varianti del drone che ne mantengono le caratteristiche principali, ma sono in realtà delle aberrazioni generati dalla regina clonata dal DNA di Ripley. Sono considerati in genere più intelligenti della loro controparte classica.

Se vi ricordate di loro è perché, probabilmente, ne avete apprezzato le doti da nuotatori.

Il Neonato

Non un vero e proprio xenomorfo, quanto più un ibrido tra un essere umano e uno xeno. Visto in Alien: la Clonazione, il Neonato è nato dall’utero della Regina estratta dal DNA di Ripley a bordo della USM Auriga. Troppo brutto (e inutile) per mettervi una foto.

Il Diacono

Qui siamo in Prometheus, il primo film della saga prequel di Alien. Il Diacono è uno xenomorfo nato dalla fecondazione di un Ingegnere da parte di un Trilobite che è così chiamato a causa della sua testa a punta che ricorda il cappello ecclesiastico.

Hanno una mascella interna oltre a quella esterna. Se nati da un umano sono privi di arti.

Il Neomorfo

Pop del Neomorfo

 

Il più recente tra tutti i tipi di xenomorfo apparsi al cinema e uno dei più antichi antenati del drone. Conosciuti per la prima volta in Alien: Covenant, i Neomorfi sono stati ideati da Ridley Scott ispirandosi a “uno squalo folletto, un lamniforme abissale dalla carnagione cadaverica, con delle mascelle che fuoriescono dalla bocca quando si nutre”.

Sopra lo potete ammirare nella più rassicurante versione Funko Pop del Neomorfo.

I Nuotatori

Tra i vari tipi di xenomorfo sono forse quelli più assurdi. Apparsi in Aliens: Colonial Marines, i Nuotatori hanno delle zampe ma anche una lunga coda da sirena che gli permette di nuotare agilmente nell’acqua.

Non esisteva un nome più originale probabilmente.

Gli Xenomorfi Rossi

In Aliens: Genocide sono xenomorfi che si ribellano agli altri xeno neri dopo la morte della Regina Madre. Degli ibridi nati da una regina ribelle color rosso sangue, che non fanno una bella fine nonostante un esercito di qualche migliaio di elementi.

Insomma, degli XX121 rossi.

Altri tipi di Xenomorfo basati sull’ospite

Senza entrare troppo nel dettaglio, a seconda dell’ospite fecondato da un facehugger è possibile generare un differente tipo di XX121 (un po’ come il più famoso Runner). Esistono decine di diversi tipi di xeno generati in questo modo e, spesso, li abbiamo visti apparire nei fumetti della saga o in vari giocattoli.

Tra loro figurano il Croc Alien, uno xeno apparso dopo la fecondazione di Killer Croc in un fumetto DC, il Night Cougar, nato dalla fecondazione di un coguaro, il Panther e Rhino Alien, il Wild Boar, Arachnid e Bull Alien e… sì, potrei andare avanti per ore ma probabilmente non ne sentirete mai più parlare (anche perché, diciamocelo, sono tutte pessime idee).


Prima di lasciarvi un ultimo appunto. Ho volutamente omesso alcuni tipi di xenomorfo apparsi nei videogiochi, spesso considerati tutto un altro tipo di razza per una semplice variazione cromatica dettata più da scelte di design che da necessità vere e proprie; così come tutti i vari predalien e derivati, incontrati grazie ai numerosi crossover con Predator (si tratta di un’altra storia).

Mi siamo dimenticati qualcuno? Fatecelo sapere tramite un commento qui sotto!

guest
0 Commenti
Feedback in ordine
Vedi tutti i commenti
...e questo?
Mulan
Mulan: il film arriverà su Disney+, a pagamento anche per gli abbonati