Dune sarà diviso in due parti: Denis Villeneuve spiega il perché

Dune film logo

Dune, il nuovo adattamento cinematografico basato sul ciclo letterario di romanzi di Frank Herbert, sarà diviso in due parti.

Il regista Denis Villeneuve intende realizzare quel Dune che finora è esistito solo nell’immaginazione dei lettori. La soluzione, dunque, era quella di dividere in due una storia dalla narrazione tentacolare. Warner Bros, produttrice del film, ha accettato dunque questo approccio scaglionato simile a quanto già accaduto con IT e IT: Capitolo Due, i film di Andy Muschietti basati sul best seller horror di Stephen King.

Il regista Denis Villeneuve spiega perché Dune, il film basato sui romanzi di Frank Herbert, sarà diviso in due parti

Parlando con Vanity Fair, testata che recentemente ha pubblicato le prime immagini del film, il regista ha spiegato il perché della realizzazione di una duologia, ponendo l’accento sulla complessità della storia e sull’importanza dei dettagli:

Non avrei mai accettato il compito di realizzare questo adattamento del libro con un singolo film. Il mondo è troppo complesso. È un universo che trae la sua potenza dai dettagli.

Per Villeneuve, questa storia “vecchia” di 55 anni ambientata su un pianeta eccessivamente sfruttato e in pericolo, non è semplicemente un’avventura spaziale, ma una vera profezia:

Qualunque cosa si creda, la Terra sta cambiando e noi dovremo adattarci. Ecco perché penso che Dune sembra un libro scritto nel ventesimo secolo. È un lontano ritratto della realtà odierna che coinvolge lo sfruttamento eccessivo di risorse naturali come il petroli e il capitalismo sfrenato. La differenza è che oggi cose vanno semplicemente peggio. È una storia in divenire, ma è anche un invito all’azione rivolto alle giovani generazioni.

Dune, la cui lavorazione è in fase di completamento, ha confermato la data d’uscita il prossimo 18 dicembre (uno tra i pochi film a non aver subito – per ora – rinvii a causa del Coronavirus) dovrebbe essere il primo tassello di una sorta di multiverso che includerà, oltre ai due film, anche una serie TV spin-off dal titolo Dune: Sisterhood, show che dovrebbe narrare le vicende di un gruppo di personaggi femminili noti come Bene Gesserit.

...e questo?
yes god yes Natalia Dyer
Yes, God, Yes: Natalia Dyer nella nuova commedia adolescenziale alla scoperta della sessualità