Ankh’or: in 6 pagine un gioco per tutti i gusti!

Data di uscita
2020
Autori
Sébastian Pauchon, Grégoire Largey, Frank Crittin
Editore
Space Cowboys
Distributore
Asmodee
Acquistalo su...

Ankh’or si presenta nella sua scatolina compatta e, a prima vista, non gli dareste neanche 5 euro. Invece dopo un paio di partite capirete che c’è molta più profondità di quanto pensavate dopo aver letto il regolamento. Ovviamente non stiamo parlando di “roba pesante e cinghialosa”. Il set up è veloce e semplice, le regole sono facili da spiegare e i materiali ottimi. Si basa sulla gestione delle risorse e sul piazzamento tessere. Le partite non durano più di 30 minuti e si riesce a farne almeno un paio nella stessa serata senza stufarsi.

Ankh’or è per 2-4 giocatori dai 10 anni, 30 minuti per partita, gli autori sono Sébastian Pauchon, Grégoire Largey e Frank Crittin, edito da Space Cowboys (Time Stories), in Italia è distribuito da Asmodee.

Apriamo i lavori!

La scatola di Ankh’or è piccola, compatta e ben studiata, tutti i materiali trovano alloggio nei vari scomparti: di conseguenza settare il gioco e rimetterlo a posto non ci porta via troppo tempo.

Nella scatola trovate:

  • 1 plancia;
  • 36 gettoni in plastica;
  • 37 token in cartone;
  • 55 tessere;
  • 1 regolamento;
  • 1 medaglia primo giocatore.

Tutta la componentistica in cartone è solida e resistente, mentre i gettoni in plastica sono delle fiches di 6 colori diversi spesse 3 mm.

Dal punto di vista grafico il gioco è ineccepibile. Non ci sono possibilità di confondersi tra le varie tessere, poiché i simboli dei gettoni si rincorrono sulle tessere e sui token per il pagamento delle stesse, anche i giocatori daltonici possono usufruire dell’esperienza di gioco senza i problemi dettati dalla confusione dei colori. Le illustrazioni sono molto ben fatte, colorate e chiare.

Il regolamento, in italiano, è ben scritto e ricco di esempi pratici e, come ho scritto nel titolo, in sole 6 paginette vi spiega tutto

Piccolo bonus, non contemplato nella lista dei componenti, la medaglia in metallo del primo giocatore: da un lato lo scarabeo con il titolo del gioco, dall’altro il logo della Space Cowboys.

Costruiamo la nostra Ankh’or

Il set up è molto veloce: mettete a caso i piccoli token risorsa negli alloggiamenti della plancia, mettete a disposizione di tutti i giocatori i token piramide bonus, i gettoni Ankh e le risorse. Fate due pile di tessere e poi scoprite 6 tessere. Mettetele adiacenti alla plancia nei rispettivi spazi.

A partire dal primo giocatore ognuno sceglie di fare un’azione a scelta tra prendere 3 gettoni o comprare una tessera.

Potete scegliere qualsiasi gettone tenendo presente che non potete avere, alla fine del vostro turno, più di 2 gettoni Ankh e più di 5 gettoni risorsa.

Per comprare una tessera dovete semplicemente pagarne il costo in risorse seguendo quanto indicato dai token sulla plancia. Una volta comprata, dovete piazzare la tessera di fronte a voi.

Unendo più tessere in modo ortogonale, mai diagonale, dovete cercare di fare punti controllando colore delle tessere e animali rappresentati. Una singola tessera non dà punti, mentre ogni gruppo di tessere collegate dà tanti punti quante sono le tessere del gruppo.

Potete collocare una tessera sopra a un gruppo di 4 tessere pagandola una risorsa in  meno, per fare ciò almeno una delle tessere della base deve avere lo stesso colore della tessera che volete piazzare.

Se riuscite a fare un gruppo di 5 tessere per colore o animale ottenete immediatamente un token piramide che vale 3 punti vittoria a fine partita.

I gettoni Ankh vi permettono di fare delle azioni aggiuntive, prima o dopo la vostra azione principale: ripristinare o muovere le vostre tessere.

La prima azione permette di far scorrere le tessere presenti sul mercato verso sinistra, per poi riempire i posti vuoti con nuove tessere prese da una delle due pile.

La seconda azione permette di spostare una delle vostre tessere base in un’altra posizione, sempre adiacente ortogonalmente alle stesse, oppure sopra altre 4 di esse ignorando in questo modo il criterio del colore.

Ci sono 4 tipi di tessere speciali:

  • tessere bonus: alcune tessere hanno un 2 disegnato sopra che indica i PV aggiuntivi;
  • tessere deserto: valgono solo come colore;
  • tessere scriba: una volta acquistate vi permettono di effettuare immediatamente un nuovo turno;
  • tessere magazzino: vi permettono di avere una risorsa in più del colore della tessera.

Quando un giocatore posiziona la tredicesima tessera da il via al fine partita: si completa il giro fino all’ultimo giocatore e poi si contano i punti vittoria.

Dovete sommare i token piramide, i punti bonus delle tessere, 1 pv per ogni tris di gettoni avanzati e infine sommate tutti i gruppi di tessere per colore e animale. Chi ottiene il punteggio più alto è il vincitore.

Conclusioni

Ankh’or ci è piaciuto subito, perché con poche regole ha una buona profondità: intendiamoci, non è un cinghiale e in mezz’ora riuscite a fare comodamente una partita, ma le piccole combo che riuscite a inanellare per mettere giù la tessera che vi serve, soffiandola ad un avversario, danno delle belle soddisfazioni.

È un ottimo entry level e sono riuscito facilmente a proporlo ai miei figli di 11 e 8 anni, ma anche per i giocatori più esperti può essere decisamente interessante. La spiegazione delle regole è molto semplice e veloce, il set up non porta via tempo e anche riporlo nella scatola non vi farà impazzire, visto che tutti i componenti hanno alloggiamenti dedicati. Graficamente è molto gradevole e non ci sono situazioni dubbie nel regolamento.

Il downtime è piuttosto basso, visto che si fa una sola azione per turno, e le azioni aggiuntive sono molto rapide. Inoltre, controllare cosa succede sul tavolo è importante per capire quali saranno le intenzioni degli avversari ed anticiparli. In definitiva è difficile annoiarsi!

L’interazione è per lo più indiretta, ma c’è. Ed è fondamentale riuscire a scompigliare i piani degli avversari cercando di rubargli tessere e risorse, se ne sono rimaste poche.

L’alea è presente ma decisamente contenuta: avete 6 tessere tra cui scegliere al mercato e, quando pescate le nuove da aggiungere, potete subito capire cosa vi aspetta, poiché il retro di ogni singola tessera ne rivela il colore. Sta a voi cercare di ottenere le migliori associazioni con quello che trovate al mercato.

Ankh’or è un piccolo gestionale che vi piacerà da subito e devo dire che con il passare delle partite aumenta il suo fascino, anche perché, man mano che riuscite a capire le piccole tattiche da utilizzare per ottenere i migliori piazzamenti in termini di punti vittoria, otterrete sempre più soddisfazioni e divertimento!

Ankh'or
Voto Finale
Ankh'or è stato una piacevole sorpresa perché, dopo una prima lettura del regolamento, non mi erano subito chiare le implicazioni delle pur poche azioni disponibili. E invece eccomi qua a scrivere una recensione decisamente positiva!
Pro
Materiali di ottimo livello
Molto veloce da spiegare e settare
Contro
Ambientazione inesistente
Alea presente
6.7
Voto Finale
Puoi acquistarlo su...
0 Commenti
Feedback in ordine
Vedi tutti i commenti