Giappone: fan in fila per farsi sculacciare dalla doppiatrice di Madoka Magica

Aoi Yuki doppiatrice di Madoka Magica

La passione per gli anime, e tutto ciò che ruota intorno alle produzioni animate giapponese, nel paese del Sol Levante raggiunge livelli di “partecipazione” e coinvolgimento cha non hanno eguali nel resto del mondo, tanto che situazioni bizzarre (per noi occidentali) come quella verificatasi a Tokyo la settimana scorsa non sono poi così rare.

Fan di Puella Magi Madoka Magica si mettono pazientemente in fila per farsi sculacciare con un ventaglio da Aoi Yuki, doppiatrice di Madoka Kaname

Nel quartiere di Ikeburo, una marea di fan hanno atteso pazientemente in fila per essere sculacciati da Aoi Yuki, doppiatrice di Madoka Kaname in Puella Magi Madoka Magica, che precedentemente aveva tenuto un concerto in occasione dell’uscita del suo nuovo singolo “Unbreakable”.

Invece di una signing session, si è tenuto appunto questo “momento saluti” davvero particolare dove la seiyuu (doppiatrice) ha percosso il lato B di oltre 200 fan (a detta della stessa Yuki) con l’harisen, un grande ventaglio di carta.

L’harisen, infatti, è utilizzato principalmente durante i Manzai, una sorta di commedie tipicamente giapponesi dove nei momenti più comici alcuni personaggi vengono picchiati quando dicono o fanno qualcosa di stupido.

I doppiatori degli anime, chiamati appunto seiyuu, in Giappone sono delle vere e proprie superstar molto seguite capaci di attirare migliaia di appassionati durante eventi che li vedono protagonisti, con i fan che accorrono numerosi per vedere i propri idoli da vicino.

Trama dell’anime

Puella Magi ★ Madoka Magica (scritto proprio con la stellina), serie seguitissima anche in Italia, è un anime di genere “majokko” che vede protagoniste delle teenagers dotate di poteri magici che, impegnate ad affrontare tormenti interiori e analisi introspettive, si imbattono comunque in situazioni comiche e romantiche.

In particolare la serie segue la storia di Madoka, amichevole e gentile ragazzina di scuola media che, esprimendo un desiderio, diventa una maga grazie a delle creature che esaudiscono proprio le volontà di un’adolescente prescelta.

Fonte: SoraNews24

...e questo?
libro coronavirus
The Eyes of Darkness: il romanzo del 1981 che aveva “profetizzato” il Coronavirus (o forse no?)