Annunciato Inferno: Dante’s Guide to Hell per Dungeons and Dragons 5E

Quest’anno sta giungendo al termine, ma per noi giocatori di ruolo iniziano già a fioccare gli annunci per il 2020. Uno di questi è Inferno – Dante’s Guide to Hell, nuovo supplemento per Dungeons and Dragons Quinta Edizione.

Annunciato Inferno – Dante’s Guide to Hell, manuale d’ambientazione per Dungeons and Dragons Quinta Edizione di Two Little Mice e Mana Project Studio

Dante’s Guide to Hell for 5E è un nuovo manuale di ambientazione per D&D che avrà come tema principale niente di meno che uno dei classici per eccellenza della letteratura mondiale: la Divina Commedia di Dante Alighieri.

Questo nuovo volume è un progetto che coinvolge Two Little Mice e Mana Project Studio, due team che sono stati protagonisti del mondo dei giochi di ruolo dell’anno che si avvia alla conclusione grazie ai GdR Historia e Household.

Dante’s Guide to Hell, manuale che si prospetta essere davvero molto interessante, è stato annunciato nel corso dell’appuntamento Adventurers Con che si è tenuto a Milano presso la Casa dei Giochi UESM. L’annuncio ha decisamente colto di sorpresa tutti i partecipanti, ma di certo questa nuova ambientazione non può che stuzzicare la curiosità di noi inguaribili giocatori di ruolo!

Inferno verrà ultimato nel corso del 2020 e sarà anticipato da una campagna Kickstarter. Per ora non si hanno informazioni ulteriori, ma dalle prime anticipazioni possiamo supporre che il manuale avrà una corposa parte di descrizione dell’Inferno di Dante, modifiche per alcune meccaniche di gioco, classi e razze, e un comparto illustrativo di prim’ordine. Insomma, io sono già oltremodo curiosa!

Non ci resta che seguire la pagina Facebook ufficiale del gioco per saperne di più. Fateci sapere cosa ne pensate di questo nuovo progetto!

“Non isperate mai veder lo cielo:
i’ vegno per menarvi a l’altra riva
ne le tenebre etterne, in caldo e ’n gelo”

Dante Alighieri
Inferno, Canto III

Leggiamo altro?
Dura-Lande: al via il crowdfunding per il gioco di ruolo ecopunk