Rinviato anche Skull & Bones di Ubisoft, non arriverà prima del 2021

L’atteso titolo piratesco di Ubisoft, Skull & Bones, non vedrà la luce prima del mese di aprile del 2021.

A dichiararlo è stata la stessa software house francese che, come rivelato dall’ultimo resoconto finanziario, rilascerà cinque titoli tripla A nel corso dell’anno fiscale 2020-2021 (e quindi, forse, saremo in grado di vedere anche un nuovo Assassin’s Creed o un nuovo Far Cry).

Il 2019 non è stato un anno da ricordare per Ubisoft, che ha deciso di rinviare molti suoi titoli tra cui l’atteso Skull & Bones

Dopo il rinvio di Watch Dogs: Legion, Gods & Monsters e Rainbow Six Quarantine, Skull & Bones sembra essere solamente l’ultima “vittima” dell’andamento delle azioni di Ubisoft; le quali hanno subito un forte calo a causa dei risultati non all’altezza delle aspettative di The Division 2 e, in particolar modo, di Ghost Recon Breakpoint.

L’azienda ha previsto anche una riduzione dei ricavi, passando dai 2,19 miliardi a 1,45 miliardi di euro con un utile ridotto ai “soli” 20/50 milioni di euro contro i 480 milioni precedentemente dichiarati.

Questo sarà il secondo importante rinvio di Skull & Bones, annunciato ancora all’ormai lontano E3 del 2017.

Cosa ne pensate? Fatecelo sapere tramite un commento qui sotto!

Fonte: Engadget

Leggiamo altro?
Red Dead Redemption 2 PC si aggiorna con la patch 1.14: ecco i dettagli dell’update
>